L’opposizione attacca “la gita a Ussita” della Giunta provinciale

Nazareno Agostini (Pdl) ha interrogato l'amministrazione nel corso del consiglio convocato dalla minoranza
- caricamento letture
consiglio-provinciale-3-300x168

Nazareno Agostini del Pdl

GUARDA IL VIDEO

di Alessandra Pierini

«Perchè la Giunta si è riunita a Frontignano di Ussita?» Si è aperta con questa domanda posta da Nazareno Agostini (Pdl) il consiglio provinciale convocato dalla maggioranza che da tempo lamentava la scarsa attenzione che l’amministrazione provinciale riserva a Pdl, Ppe e Lega Nord. I consiglieri hanno quindi deciso di chiedere una riunione dell’assise e hanno presentato tutti quegli argomenti che non erano stati discussi nelle ultime sedute «quando-  secondo l’opposizione – sono state trovate mille scuse per evitare questioni scomode». Assente il presidente Antonio Pettinari che si è sottoposto nei giorni scorsi ad un intervento chirurgico ma che è comunque stato chiamato in causa più volte perchè il suo stato di salute ha comunque condizionato la vita amministrativa della Provincia di Macerata.
consiglio-provinciale-2-300x164La prima delle discussioni “scomode” è stata proprio quella relativa alla seduta di Giunta di Frontignano. «In base a quanto risulta dalle delibere di Giunta – ha precisato Agostini – lo scorso agosto vi siete riuniti  in una sede esterna. Risulta anche che sia stata affittata in un albergo la sala usata per la riunione. Chiediamo quindi quali sono stati i costi aggiuntivi rispetto ad una normale seduta e quale giovamento ha portato questo cambiamento di sede». Il vice presidente Paola Mariani (Pd) ha rassicurato sulla spesa: «Non ci sono state spese aggiuntive e la riunione è servita per l’amalgama degli assessori». Duro il commento di Agostini: «L’amalgama degli assessori poteva avvenire anche nella sede istituzionale e senza spese aggiuntive, se dovevate fare la gita potevate farla diversamente».
Sono state poi bocciate le mozioni di Nazareno Agostini  per chiedere la convocazione della conferenza delle autonomie e per impegnare l’amministrazione a risolvere il problema dei doppi incarichi degli amministratori. Sono state invece approvate e accorpate le mozioni di Luigi Zura Puntaroni (Lega Nord) e Franco Capponi (Ppe) per contestare la legittimità della tassa sui fossi.
Critico nei confronti dell’amministrazione anche Esildo Candria di Sel: «Mi sembra che si va avanti solo con l’ordinaria amministrazione, manca invece un progetto di massima».

montesi

Massimo Montesi (Pd)

Il capogruppo del Pd Massimo Montesi conferma invece la sua contrarietà sulla tassa sui fossi , un altro dei temi caldi della seduta e, cambiando ambito, parla della situazione pre elettorale a Civitanova: «Il centro sinistra troverà il modo di ricompattarsi ed è molto positivo il fatto che si sta discutendo anche con l’Udc. L’unione tra forze di sinistra e moderati va, secondo me, allargata a tutto il contesto nazionale».

GUARDA IL VIDEO

 

consiglio-provinciale-5-300x168

 

consiglio-provinciale-1-300x168

Esildo Candria (Sel)

consiglio-provinciale-41-300x167  
 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X