Espianto multiorgano a Civitanova

La donatrice, Patrizia Pagnanini, aveva 51 anni. Gli organi prelevati (polmoni, fegato e reni) daranno speranza a tanti malati
- caricamento letture

donazione-organi1-300x200di Laura Boccanera

Un gesto d’amore nel giorno di Santo Stefano che dona speranza a chi soffre. E’ stato eseguito questa mattina a partire dalle 6.45 un espianto multiorgano su di una donna civitanovese morta a seguito di un’ emoraggia celebrale massiva. L’intervento terminato alle 12.30 di oggi ha prelevato dal corpo di Patrizia Pagnanini polmoni, fegato e reni. La donna, una 51enne sposata di Santa Maria Apparente è giunta in ospedale in situazioni critiche che le sono state fatali. Il marito Stefano Grassetti ed i familiari però con uno straordinario gesto di altruismo hanno acconsentito al prelievo che ridonerà speranza ad alcuni malati di Ancona e Padova. Oltre 100 gli operatori sanitari e chirurghi impegnati nell’operazione e due le equipe mediche arrivate da Ancona e Padova. “Nel giorno della Nascita di Cristo questo gesto d’amore straordinario è espressione concreta del significato del Natale – ha detto la direttrice sanitaria Nadia Mosca – ringrazio tutti i medici e il personale sanitario per l’abnegazione e la professionalità dimostrata”. I funerali della donna si svolgeranno domani.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X