Bomber Orta ha le idee chiare:
“Maceratese, i miei gol per la serie D”

ECCELLENZA - I biancorossi sono impegnati sul difficile terreno dell'Urbania (assente Donzelli). Appuntamento alle ore 14.30 con diretta streaming su CM
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

mario_orta_2-300x183di Andrea Busiello

La Maceratese è pronta per la gara di domani ad Urbania. Grazie alla collaborazione con Radio Studio 7 la sfida potrà essere ascoltata direttamente in streaming su CM a partire dalle ore 14.30. I biancorossi, in cima alla classifica nel torneo d’Eccellenza, dovranno fare a meno di Donzelli ancora alle prese con problemi fisici. In quel di Urbania ci sarà presumibilmente l’esordio del neo bomber della Maceratese Mario Orta, appena arrivato dal San Nicolò (leggi l’articolo). In vista della sua prima in maglia biancorossa e sulle aspettative della stagione in corso lo abbiamo ascoltato.
Salve Orta, com’è stato il primo impatto con l’ambiente biancorosso?

“Direi molto positivo. Ho trovato un gruppo molto affiatato e di qualità. Ho notato immediatamente un’organizzazione societaria davvero lodevole, sono convinto di aver fatto la scelta giusta ad aver accettato la piazza di Macerata”.

E’ inutile cincischiare: lei è arrivato a Macerata per fare i gol che servono per arrivare in serie D. Concorda?

“Ne sono consapevole e concordo in toto con la sua affermazione. Farò di tutto per dare il mio contributo affinchè la Maceratese salga di categoria. D’altronde vengo dalla serie D e voglio subito ritornarci, magari contribuendo con i miei gol”.

mario_orta_1-300x202

Il neo bomber della Maceratese Mario Orta

Come avete preparato la sfida di Urbania?

“Personalmente ho svolto due soli allenamenti con la squadra dunque non è facile avere delle idee chiare su tante cose però il mister ci ha dato delle indicazioni generali su come affrontare l’Urbania ed io, se chiamato subito in causa, mi farò trovare pronto. Ho troppa voglia di tornare a fare gol”.

Lei al San Nicolò non ha giocato tantissimo ultimamente: come sta fisicamente?

“Sto bene. Al San Nicolò avevo iniziato bene facendo anche 3 gol, poi il mister ha preferito fare altre scelte sul piano tecnico ed ho cominciato a giocare di meno. Adesso mi mancano i 90 minuti sulle gambe ma non è un problema: ho troppa voglia di fare bene e sono convinto che a Macerata ho trovato l’ambiente giusto”.

Ultima domanda: cosa promette alla calda tifoseria della Maceratese?

“Il massimo impegno. Da parte mia posso solo dire di dare il massimo sempre e comunque ed è inutile nascondere che scenderemo in campo per vincere tutte le partite che giochiamo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X