La Maceratese cerca il riscatto
Contro la Truentina
l’imperativo è vincere

ECCELLENZA - All'Helvia Recina i biancorossi dovranno ritrovare il giusto approccio mentale e la miglior condizione se vogliono superare i piceni. Assenti Benfatto e Carfagna, per squalifica, non ci sarà l'ex Cacciatori che è andato a giocare in Promozione. Il ds Cicchi a caccia di un bomber. Calcio d'inizio alle 14.30, diretta streaming su CM
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Maceratese-Cingolana-10-300x207

Il difensore della Maceratese Mattia Benfatto, squalificato nella gara di domani

di Filippo Ciccarelli

La Maceratese non può più sbagliare. Di fronte al pubblico di casa e con un Cacciatori in meno tra le fila avversarie (l’attaccante ex Atletico Truentina è passato al San Marco Servigliano, formazione che milita in Promozione, dove ha preso il posto dell’altro ex biancorosso Smerilli, passato al Trodica), i biancorossi avranno l’occasione di riscattare le due sconfitte consecutive che di fatto hanno riaperto il campionato. Cosa farà Di Fabio? Sperimenterà un centrocampo tutto nuovo, inserendo Olivieri dal primo minuto, provando Biancucci, oppure ridarà fiducia a Rosi e Giandomenico, evidentemente non al top domenica scorsa a Tolentino? Di certo il mister non avrà nell’undici di partenza gli squalificati Benfatto e Carfagna, mentre tra gli ospiti è stato fermato dal giudice sportivo Simone Schicchi. A proposito di direttori di gara, domenica all’Helvia Recina arbitro (il signor Cudini) e primo assistente (il signor Teodori) arrivano dalla sezione di Fermo, circostanza che appare quantomeno curiosa (per la seconda sfida di fila viene designato un guardialinee della città fermana) viste le polemiche maturate dopo il derby del Della Vittoria circa alcuni presunti offside non rilevati dall’assistente di Fermo. In ogni caso, se la Maceratese vuole vincere questo campionato, dovrà essere più forte delle avversarie e delle sviste delle terne arbitrali, che fanno parte del gioco e contribuiscono al bello (e brutto) del calcio. Se Giandomenico e compagni affronteranno sul campo una formazione  che è in posizione di medio-bassa classifica ed ha il quarto peggior attacco del campionato, il direttore dell’area tecnica Claudio Cicchi si misura con una sfida quasi impossibile. E’ ormai chiaro che la Maceratese cerca un attaccante; i nomi che circolano sono quelli di top player per la categoria, gente come Tonici, ora alla Biagio Nazzaro, o l’amatissimo ex Giorgio Galli, che al momento è alla Santegidiese ma riceve una corte serrata dalla Sambenedettese.

Carfagna

Il portiere della Maceratese Pierfilippo Carfagna

Accanto al nome di Galli spunta pure quello dell’attuale vicecapocannoniere del girone F di Serie D, Stefano Stefanelli, punta del Riccione con 9 reti all’attivo, ex (tra le altro) di Fano, Alto Adige, Pergolese, Piano San Lazzaro, Vis Pesaro e Gubbio. Per portare a Macerata il bomber classe ’79 ci vorrebbe una specie di miracolo: è vero che il Riccione è a metà classifica, con 18 punti in cascina e quindi a -17 dal rullo compressore Teramo e potrebbe perciò privarsi di un attaccante sì assai prolifico, ma che non avrebbe molti stimoli visto l’andazzo della stagione dei romagnoli. Ma è vero anche che in un’ipotetica trattativa per un giocatore come Stefanelli sorgerebbero gli stessi problemi che sono sorti per (ri)portare Galli in biancorosso. Dicembre è appena iniziato, e non è escluso che la dirigenza di via Ungaretti possa calare l’asso nella manica. I colpi di mercato, da giugno, non sono mai mancati. La partita comincerà alle ore 14.30, e sarà trasmessa in diretta streaming su Cronache Maceratesi grazie alla collaborazione con Radio Studio 7.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X