Basket, Naturino inconsistente
Senigallia padrona del campo

- caricamento letture

Derby amaro per la Naturino Sapore di Mare. Gli incerottati civitanovesi, dopo una settimana di passione tra acciacchi ed infortuni vari che non hanno certo permesso a coach Cervellini di preparare al meglio la gara contro la Goldengas Senigallia, sono usciti sconfitti sonoramente dal PalaPanzini (82-54). Civitanova paga dazio al duo Pierantoni-Facenda (30 punti con 4/5 da 3 e 17 rimbalzi e 5 assist in coppia), tradita dalla prova sottotono di Baldoni (solo 4 punti e 2 rimbalzi) e dalle cattive percentuali di Cernivani e Temperini. Biancoblu mai in partita, scarichi e molli come mai quest’anno, sono stati accolti in partita dalla scarica di triple di Penserini, Magrini e Facenda, che propiziano il primo allungo biancorosso (11-4 dopo 4’). Un libero di Temperini e due di Cernivani sembrano suonare la sveglia per la Virtus, ma è un falso allarme. Facenda fa danni nella difesa civitanovese (10 punti nel primo quarto) e la schiacciata di Maddaloni manda in orbita la Goldengas, che chiude un primo periodo a cinque stelle sul +11 (28-17). Si iscrive alla gara anche il bomber Monticelli, che spinge i suoi fino al +13 (36-23 al 16’), la Naturino però non sprofonda, stringe le maglie in difesa ma fa tanta fatica in attacco. Così all’intervallo lungo il vantaggio senigalliese è ancora in doppia cifra (42-32). Nel terzo quarto la Goldengas riaccelera con Magrini e Pierantoni che diventano imprendibili e piazzano il break di 8-0 che a metà periodo di fatto mette la gara sotto formalina (56-37 al 27’). 5 punti di Facenda mettono la parola fine sull’incontro facendo decollare Senigallia a +24 (63-39 al 29’). Tre triple di Temperini (2) e De Falco a cavallo tra terzo e quarto periodo riportano la Virtus a -17 (67-50 a 9’ dalla sirena), ma i padroni di casa non sbandano e con un brillante Stefanini trovano i canestri che trasformano i minuti finale in puro garbage time. Una sconfitta che, date le premesse, può essere accettata con serenità dopo le quattro vittorie nelle precedenti cinque partite. La Naturino resta ferma a quota 8, nel pieno della lotta per i playoff, ma dovrà tornare a fare punti già domenica prossima a Spilimbergo. Sperando di potersi almeno allenare come si deve.

GOLDENGAS SENIGALLIA – NATURINO CIVITANOVA 82-54

GOLDENGAS: Monticelli 11, Pierantoni 13, Maddaloni 7, Penserini 11, Stefanini 9, Magrini 12, Di Donato 2, Girolimetti ne, Facenda 17, Savelli.

NATURINO: Caldarelli 4, Cernivani 13, Tessitore 5, Acquaroli, Baldoni 4, Frascione 7, Ferraro, Foresi, Temperini 14, De Falco 7.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =