La Robur vince e vola in vetta
Colbuccaro ko con un gol per tempo

LA PARTITA DELLA SETTIMANA IN TERZA - Finisce 2-0 al Campo dei Pini con le reti di Ciccarelli e Soldini. Magistrale la prova di Luigi Pierini
- caricamento letture
TOMMY-SABBATINI-ROBUR1-275x300

Il capitano della Robur Tommaso Sabbatini

di Luigi Labombarda

La Robur Macerata si aggiudica il match di cartello della 10° giornata del girone I di Terza categoria: la vittoria per 2-0 sul Colbuccaro le permette di conquistare il primo posto del girone a spese proprio dei biancocelesti. Non è stata la miglior Robur della stagione, sono pesate le fatiche infrasettimanali di Coppa Marche e la condizione in calo di alcuni giocatori, ma sono bastati due gol nati da calcio piazzato per avere la meglio su un Colbuccaro come sempre molto combattivo ed anche con una buona qualità dal centrocampo in su; lo svantaggio ha però acuito l’agonismo degli ospiti, perdendo in qualità e così l’attacco è rimasto isolato, mentre i padroni di casa hanno preferito controllare il ritmo di gara senza forzare, fino al termine. A segno Matteo Ciccarelli e Francesco Soldini, per una vittoria importante in vista del finale del girone d’andata che riserva ai roburini altre sfide dirette, a partire dalla prossima con la Real Marche.

LA CRONACA – Nella Robur ancora assente Bisonni, mentre Clementoni è soltanto in panchina, così nel 4-3-3 di mister Soldini la punta centrale è Ciccarelli, sostenuto sugli esterni da Mugianesi e Thomas. Il Colbuccaro di mister Siroti adotta il classico 4-4-2 che vede in avanti Munteanu e Luciani. Prima opportunità dei padroni di casa al 5’ con una punizione di Mugianesi dai 20 metri che sorvola di poco la traversa. All’11’ Sabbatini lancia Thomas sulla sinistra, il dominicano brucia in velocità Pieroni e conclude a rete sull’uscita di Roganti, mancado di pochissimo il bersaglio. Al 16’ Sabbatini batte un calcio di punizione direttamente in porta, la palla viene deviata dalla barriera e arriva a Ciccarelli, che si lancia di testa e trafigge Roganti verso il palo più lontano per l’1-0. Il Colbuccaro si fa vedere al 22’: calcio d’angolo di Luciani, Tasso va a colpire di testa e manda la palla a lato di poco. Al 25’ Thomas cerca di sorprendere Roganti con una punizione calciata rasoterra, dal lato corto dell’area, ma il portiere ospite è attento e sventa la minaccia. Al 27’ occasione nitida per il Colbuccaro: bella palla filtrante di Sergio Ciccarelli per Luciani, l’attaccante supera la retroguardia roburina e calcia a rete con il sinistro ma Lattanzi si oppone con una gran parata in tuffo, respingendo il pallone con la mano di richiamo. Al 31’ altra punizione di Sabbatini dai 25 metri, il suo destro coglie il palo alla destra di Roganti. Dall’altra parte al 36’ risponde allo stesso modo con una punizione Ciccarelli, ma il tiro potente e centrale è respinto coi pugni da Lattanzi. Nella ripresa continua il copione della gara, con la Robur a mantenere il controllo del match e gli ospiti che perdono lucidità e si affidano a tiri da lontano, come al 63’ quando Francucci calcia un siluro su punizione dal 30 metri che Lattanzi respinge; Ciccarelli raccoglie la ribattuta ma la sua conclusione finisce sul fondo. Al 66’ arriva il raddoppio: punizione dalla trequarti di Mugianesi, il difensore Soldini propostosi in avanti tocca di testa il pallone quel tanto che basta ad eludere l’intervento di Roganti e depositando in rete il 2-0. Il Colbuccaro ormai spende tutte le sue energie nella foga agonistica e non trova più varchi: si ricordano solo due conclusioni da lontano di Iljasi al 75’ e Munteanu all’83’, alte di poco sopra la traversa, mentre l’ultimo tentativo degno di nota è una sassata di Sabbatini all’87’ da lontano diretta all’incrocio che Roganti sventa in corner. Al triplice fischio la Robur festeggia per la conquista del primo posto, successo arrivato a fatica contro un degno avversario. Spiace segnalare che nel dopo-gara una sparuta rappresentanza della folta tifoseria ospite si sia resa protagonista di un piccolo tafferuglio, in cui ha avuto la peggio uno spettatore caduto dagli spalti e che ha reso necessario l’intervento dell’ambulanza, e di qualche coro poco edificante nei confronti di alcuni giocatori di casa, episodio prontamente segnalato al commissario di campo presente sul terreno di gioco.

IL MIGLIORE: Luigi Pierini (Robur Macerata). In una gara in cui bisognava correre meno rischi possibili si è distinto il mediano della Robur, che dall’alto della sua esperienza (classe 1973) ha diretto le operazioni in mezzo al campo e tagliato ogni rifornimento agli attaccanti biancocelesti.

IL TABELLINO:

ROBUR MACERATA: Lattanzi 6,5, Bodjona 6, Illuminati 6, Pierini 7, Ranzuglia 6, Soldini 6,5, Thomas 6, Sabbatini 6,5, Ciccarelli M. 6,5 (dall’ 82′ Ricci sv), Mugianesi 6 (dal 77′ Domizi sv), Moretti L. 6 (dal 93′ Seccacini sv). A disp. Coku, Gentilucci, Micozzi, Clementoni. All. Soldini.

COLBUCCARO: Roganti 5,5, Pieroni 5, Staffolani 5,5, Brillarelli 5,5 (dall’85’ Valenti sv), Francucci 5,5, Giampaoli 6, Fioravanti 5,5 (dal 61’ Iljasi 6), Ciccarelli S. 6,5 (dal 73’ Domizi sv), Munteanu 5,5, Luciani 5,5, Tasso 5. A disp. Moriconi, Monteverde, Cuccagna, Giacomini. All. Siroti.

ARBITRO: Guardati di Macerata.

RETI: 16′ Ciccarelli M., 66′ Soldini.

NOTE: angoli 5-7. Ammoniti Bodjona, Ciccarelli, Mugianesi e Moretti (Robur), Pieroni, Brillarelli e Giampaoli (Colbuccaro). Recuperi 1’p.t. – 5’s.t.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =