Basket, vittoria sofferta dell’Edera
sul Cus Macerata in un derby infuocato

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Orioli

Leonardo Orioli del Cus Macerata

di Vincenzo Paci

Al Palavirtus di fronte a un pubblico numerosissimo per la categoria, l’Edera si è imposta sul CUS Macerata dopo una rimonta pazzesca completata a 10 secondi dalla fine. Partita dai due volti con il primo tempo a completo appannaggio dei cussini che hanno a tratti dominato incontrastati, secondo tempo a parti invertite con l’Edera padrona assoluta del campo e i cugini del CUS che assistevano impotenti alla lenta, ma inesorabile scalata degli avversari. La cronaca: inizio sprint dell’Edera che firma subito un parziale di 6-0, pronta la risposta del CUS che si riporta avanti immediatamente e allunga approfittando della scarsa precisione al tiro dei padroni di casa; 10-16 alla fine dei primi dieci minuti. Nel secondo periodo i cussini, trascinati da uno strepitoso Medei, allungano ancora, tanta confusione in casa Edera: un’infinità di palle perse e percentuali realizzative che non ne vogliono sapere di alzarsi. A poco servono i tentativi di coach Falsi di cambiare tipi di difesa. All’intervallo lungo 30-19 per il CUS ospite di giornata. Ad inizio del terzo quarto la partita sembra prendere decisamente la strada della squadra di via Valerio che con una bomba di capitan Trillini e un gioco da tre punti magistrale di Santinelli si portano sul +17, ma in quel momento si sblocca tra gli ederini Cannas, play dal tiro mortifero e trascinatore agonistico, grazie a lui i padroni di casa riescono a riavvicinarsi e a presentarsi all’ultimo quarto con 5 sole lunghezze da recuperare. Nell’ultimo periodo continua la rimonta targata Edera con Pacioni che sale in cattedra reallizzando tra le altre cose un canestro da tre punti in step back con la mano in faccia, applausi. A un minuto dalla fine avviene l’aggancio. Nell’altra metà campo viene mandato in lunetta, a 10 secondi dalla fine Soccionovo. Mette il primo e sbaglia il secondo, rimbalzo CUS e Edera con ancora tre falli da spendere prima di arrivare in bonus grazie ai quali rosicchierà ben 8 secondi sul cronometro. A 2″ dalla fine viene costruito un tiro discreto per Trillini che muore sul primo ferro.

il tabellino:

EDERA – CUS MACERATA 48 – 47

EDERA: Cannas 12, Pagnanelli, Fidani 2, Mazzieri, Scoppa 5, Piermarini 2, Iommi, Soccionovo 1, Pacioni 16, Coppari 10. All.Falsi.

CUS MACERATA: Orioli 13, Trillini 9, Funari, Core 4, Di Menno, Santinelli 7, Medei 10, Pucciarelli 2, Cerescioli 2, Pierini. All.Palmioli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X