Ora anche Civitanova
ha il suo piccolo Palasport

Sabato l'inaugurazione dela nuova struttura costata 2milioni e 232 mila euro
- caricamento letture
foto-conf-stampa-Palazzetto-005-300x225

Un momento della conferenza stampa di questa mattina

di Laura Boccanera

E’ previsto per il 29 ottobre alle ore 17 il taglio del nastro del nuovo spazio sportivo polivalente, un piccolo palazzetto dello sport, in grado di contenere 320 spettatori, ma con la possibilità di allargare  la tribuna metallica ottenendo altri 150 posti. Un progetto iniziato circa 5 anni fa e costato 2milioni 232 mila euro (il costo iniziale era stimato in 1.600.000 euro) di cui 5.141 euro sono stati erogati dalla Regione Marche per l’installazione dei pannelli solari. La palestra si trova in contrada Mornano a Civitanova Alta, sotto al Pincio e attualmente rappresenta la struttura più grande della città con i suoi 1300 mq di superficie coperta. La palestra sarà destinata allo sport cittadino ed il campo da gioco è omologato per la pallacanestro serie B nazionale, pallavolo femminile serie b e Calcetto serie A.  “E’ la struttura più grande della città – ha detto Mobili – e permetterà di dare una risposta alle società di pallacanestro e pallavolo femminile (serie B nazionale e serie B regionale), ma non è escluso possa essere utilizzata per altri eventi perché si tratta di un bellissimo complesso, sia per caratteristiche tecniche che per il contesto in cui è inserito”. L’altezza del campo di gioco è di 7 metri e 10 e l’edificio, in cemento armato, è dotato di parcheggi per atleti e pubblico, di spogliatoi con bagni e docce, locali adibiti ad infermeria, magazzini e locali tecnici. La copertura è stata realizzata con travi in legno lamellare mentre la pavimentazione del campo da gioco (724 mq) è in parquet. “I giovani e le società sportive – dice l’assessore Ermanno Carassai – avranno ora a disposizione un nuovo spazio. L’opera è stata voluta e realizzata da questa Amministrazione che ha ritenuto necessario dislocare le strutture sportive in tutti i quartieri”. Non mancano però già le polemiche sull’ubicazione della struttura: le uniche vie di accesso infatti sono delle stradine secondarie con una forte pendenza e anche il sopralluogo effettuato nei giorni scorsi ha messo in evidenza alcune criticità sulla viabilità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X