Padre contro figlio
in Recanatese-Vis Pesaro

SERIE D - Il mister dei leopardiani Omiccioli: "Diciamo che chi dei due perderà dovrà sopportare qualche sfottò da parte dell'altro ma niente di più"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
omiccioli2-300x238

Il mister della Recanatese Mirco Omiccioli

di Mauro Nardi

Padre contro figlio in Recanatese – Vis Pesaro. Uno in panchina e l’altro in campo nel match che andrà in scena domenica pomeriggio al Nicola Tubaldi. Un derby nel derby per la famiglia Omiccioli che si appresta a vivere un week end dal sapore speciale. “Sotto questo punto di vista è una partita particolare, ma la nostra voglia di vincere sarà la stessa di qualsiasi altro incontro – apostrofa l’allenatore della Recanatese Mirco Omiccioli – Diciamo che chi dei due perderà dovrà sopportare qualche sfottò da parte dell’altro ma niente di piu’. Mi dispiace solo che non sarà un confronto diretto in quanto io sarò costretto in panchina mentre Andrea correrà in mezzo al campo”. Andrea, centrocampista classe 1987, è uno dei punti di forza di una Vis Pesaro che senza ombra di dubbio è la sorpresa di questo primo scorcio di stagione in serie D. I bianco – rossi sono infatti secondi in classifica assieme all’Ancona e inseguono con una sola lunghezza di ritardo la leader Teramo. “E’ una squadra giovane che corre e viaggia sulle ali dell’entusiasmo per la promozione in questo campionato – continua il mister giallo rosso – in organico vanta ottimi giocatori e dovremo dare il massimo per superarla. Speriamo di poter contare sul calore da parte del nostro pubblico che sino a questo momento è stato un pò freddino. Gradiremmo piu’ presenza allo stadio visto il buon campionato che stiamo portando avanti”. Quella con la Vis Pesaro sarà la prima di due sfide casalinghe per i giallo rossi che poi saranno chiamati a confrontarsi con l’Ancona. Un doppio match che potrebbe aprire scenari impensabili ad inizio stagione. “Conosciamo bene il nostro obiettivo e non lo perdiamo di vista – continua Omiccioli – raggiungiamo prima i quarantacinque punti che servono per la salvezza, poi, eventualmente, penseremo a qualcos’altro. Queste due partite sono molto importanti anche perchè erano anticipate da un impegno non facile a Trivento dal quale la squadra è uscita indenne, giocando un buon calcio e recriminando addirittura qualcosa sul gol che ha portato i molisani al pareggio”. Chicco resterà fuori ancora a lungo ma la squadra per il momento non sembra soffrire la sua assenza. Anzi, senza punti di riferimento in avanti sembra quasi beneficiarne tanto che il gol arriva con maggiore facilità. “E’ solo una casualità – conclude Omiccioli – la squadra si esprime bene anche senza Chicco ma per noi questo giocatore è fondamentale. Non scordiamoci che l’abbiamo perso quando ancora doveva entrare nel pieno della sua migliore forma fisica. Quando rientrerà dall’infortunio faremo altrettanto bene”. Contro la Vis Pesaro resta in dubbio il difensore Morbiducci che aveva saltato per noie muscolari la partita in casa dell’Atletico Trivento. Sulla via del recupero invece il centrocampista Ristè.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X