facebook twitter rss

E’ stata la pseudopeste aviaria
ad uccidere le tortore trovate morte a Civitanova

I risultati delle analisi condotte dall'istituto zooprofilattico di Ancona
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
0 Condivisioni

di Laura Boccanera

E’ stata la pseudopeste aviaria ad uccidere le circa 20 tortore trovate morte nel giardino di un’abitazione di Civitanova lo scorso 30 dicembre. I risultati delle analisi condotte dall’istituto zooprofilattico di Ancona hanno rivelato la positività al test effettuato sul virus. A darne notizia è il veterinario dell’Asur Mauro Sampaolesi: <<i test che sono stati effettuati sugli animali riguardavano ogni tipo di virus,dall’aviaria alla salmonella, ma le tortore sono risultate positive solo alla pseudopeste o malattia di Newcastle. I 20 esemplari trovati a Civitanova si sommano ad altri casi riscontrati nelle Marche. Il virus è molto conosciuto e non ha nessun tipo di contagio nei confronti degli uomini, per cui possiamo stare assolutamente tranquilli, inoltre non sono stati trovati per ora casi in allevamento per cui non c’è alcun pericolo nella macellazione degli animali>>. Negli ultimi giorni il contagio si è spostato anche nel sud delle Marche: ad essere interessate sono ora le aree dell’ascolano e del fermano, in particolare a Roccafluvione. Lì, un paesino a 13 chilometri da Ascoli e situato ai limiti dell’area montana del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, gli abitanti hanno trovato decine di tortore morte sulle strade, sui tetti e sulle auto. Situazione analoga anche nella provincia fermana, dove almeno cinquanta tortore morte sono state rinvenute in una piscina privata, nella zona di Campiglione. Con ogni probabilità anche per questi casi dovrebbe trattarsi della malattia di Newcastle.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X