Franco Capponi sul patto di stabilità
“E’ la scusa dei fannulloni”

Il capogruppo del Ppe interviene anche sulla trattativa Smea-Cosmari e sul bilancio provinciale (GUARDA IL VIDEO)
- caricamento letture

franco-capponi(GUARDA IL VIDEO)

Il bilancio provinciale e la verifica degli equilibri sono stati i temi caldi del consiglio di ieri pomeriggio. Franco Capponi, capogruppo del Ppe, ha affrontato nel corso di un lungo intervento le problematiche economiche della Provincia per poi passare a questioni importanti per tutta la realtà provinciali.
Sul bilancio provinciale, Capponi è chiaro: «Il bilancio provinciale è sano ma per il futuro non c’è nessuna strategia e nessun programma. Non c’è nessun rapporto con gli altri enti neanche su opere per le quali l’intervento deve essere congiunto. penso ad esempio alla Mattei Pieve. Il sindaco di Macerata ha sottolineato più volte che non può essere fatta, intanto la Provincia  aveva già vincolato 1,7 milioni di euro. Il Presidente della Provincia e il Sindaco di Macerata non si sono mai incontrati e non hanno parlato di questo »
Sulla trattativa per l’acquisto della Smea da parte del Cosmari, Capponi esprime il pensiero del centro destra: «Noi vogliamo che la compravendita vada a buon fine e stiamo lavorando per questo. E’ anche vero però che ci sono diverse criticità emerse dalla due diligence, tra le quali anche gli stipendi dei dirigenti che sono disomogenei. Il Comune di Macerata non ha un contratto di servizio con la Smea e anche questo dovrà essere definito. Smea e Comune di Macerata dovranno anche risolvere delle problematiche »
L’ex presidente della Provincia di Macerata ha anche difeso l’utilità del patto di stabilità che sembra essere il principale imputato nel blocco dell’attività amministrativa: «Tutti quelli che si trincerano dietro il patto di stabilità per non far nulla sono dei fannulloni. Il Patto di stabilità consente di fare molte cose ma non quelle tradizionalmente più semplici e gli enti non possono più permettersi il sistema dell’indebitamento. Oggi è cambiato il modo di amministrare, gli strumenti sono diversi e bisogna formarsi e saperli utilizzare».

(GUARDA IL VIDEO CON L’INTERVISTA COMPLETA)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X