Recanatese, parla il bomber Chicco:
“A Recanati mi trovo benissimo”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
RECANATESE-MIGLIANICO-del-4-Settembre-2011-1-0-Rete-di-Chicco-300x225

Il gol di Chicco che è valso la vittoria contro il Miglianico

di Mauro Nardi

Ha tenuto il colpo in canna per tutta l’estate, per poi spararlo alla prima di campionato. Nicola Chicco ha messo a segno il primo centro ufficiale con la casacca della Recanatese, infilando il pallone dell’1-0 contro il Miglianico e lasciandosi alle spalle un agosto non particolarmente prolifero in area di rigore avversaria. “Il calcio d’agosto non è mai veritiero – dice Chicco – ci sono i carichi di lavoro, la preparazione atletica e il caldo che spesso non ti consentono di esprimerrti al meglio. A volte si perde anche un pizzico di lucidità e non c’è mai la stessa fame di successo che contrassegna le gare di campionato. Domenica queste caratteristiche sono venute a galla e sono contento che abbiamo iniziato nel migliore dei modi una stagione che si preannuncia particolarmente dura. Il Miglianico ci ha messo un pò in difficoltà con i suoi tanti giovani vogliosi di mettersi in mostra, ma alla fine quello che conta erano i tre punti e li abbiamo messi in cascina”. Chicco si è presentato nel migliore dei modi e insieme all’altro neo acquisto Faieta potrebbe definitivamente risolvere la sterilità offensiva che ha contrassegnato le ultime stagioni della Recanatese. “Faieta è un giocatore di estrema qualità per questa categoria – commenta l’ex Forlì – Non lo scopriamo certo oggi. E’ un valore aggiunto e con il tempo troveremo una migliore intesa. Domenica era per noi la prima partita ufficiale e credo che possiamo far bene per le sorti della squadra”. Tutti si aspettano gol a grappoli da parte di un giocatore che in carriera ha messo a segno piu’ di ottanta gol tra C2, serie D ed Eccellenza. Un peso che sembra non gravargli piu’ di tanto sulle spalle. “Sono abbastanza abituato – apostrofa Chicco – questo peso lo sento ogni anno. D’altronde è il mio compito e sono consapevole di dover far gol. Qui a Recanati mi trovo benissimo, anche per il modulo adottato dal tecnico che predilige il gioco sulle fasce. Questo favorisce le mie caratteristiche ma in attacco posso muovermi su ogni fronte”.
Domenica la trasferta al Carotti di Jesi per affrontare la squadra leoncella, vecchia conoscenza per l’attaccante triestino che ci ha militato nella stagione 2005/06 mettendo a segno ben 19 gol. ”  Di Jesi ho un ottimo ricordo, una grande piazza con un pubblico caldo ed esigente che non farà mancare il suo apporto in questo derby – apostrofa Chicco – sarà una partita molto dura e spero di far bene. In qualità di ex ci tengo doppiamente e non mi attendo certo un trattamento di favore da parte della coppia centrale Focante – Alessandrini”. Chicco, oltre alle casacche di Jesina, Forlì, Fano, Tolentino, Atletico Trivento e Casoli solo per citarne alcune, ha indossato anche quella dell’Aglianese nella stagione 2003/ 2004. Una squadra all’epoca guidata da un debuttante di nome Massimo Allegri. “Era alla sua prima esperienza in panchina. Quell’anno me lo ricordo benissimo. Con lui ho avuto un ottimo rapporto – conclude il bomber giallo rosso – Si vedeva che aveva delle qualità ma non avrei mai scommesso su un possibile approdo in serie A, ancor di piu’ su una panchina importante come quella del Milan. Oggi è anche scudettato e credo che merita tutto questo perchè ovunque è andato a lasciato il segno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X