La Maceratese non si distrae
Folgore Falerone battuta 2-0

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
giandomenico2-300x240

Il capitano della Maceratese Gigi Giandomenico

di Filippo Ciccarelli

La Maceratese torna in campo due giorni dopo la sconfitta con la Jesina e ritrova il goal ed il sorriso grazie ad una prestazione convincente e frizzante, soprattutto nel secondo tempo. L’undici titolare schierato da Di Fabio vede diverse novità – in primis quella del terzino destro Francesco Donzelli, under classe ’94, ingaggiato dalla Samb ed ultimo arrivato in casa biancorossa. Donzelli ha ben figurato nel tempo concessogli dal mister. A riposo Romansky Eclizietta, Benfatto, oltre a Cacciatore, Bucci, Troli e Massetti.
I padroni di casa partono con il4-2-3-1, con Donzelli e Russo schierati come esterni bassi, Arcolai e Cucco a completare il pacchetto arretrato, Carboni e Grcic in mediana e il trio formato da Giandomenico (centrale), Rosi (ala sinistra) e Piergallini (ala destra) dietro l’unica punta De Marco.
Nella prima frazione la Maceratese prende in mano le redini del gioco, cerca di sfruttare soprattutto le fasce laterali, trovando in Piergallini ottimo interprete della fase offensiva. Frequenti anche gli scambi sull’asse sinistro formato dal duo Russo-Rosi, con i lampi di capitan Giandomenico a spaventare la retroguardia ospite, spesso costretta a chiudere in affanno sulle giocate azzeccate dal mancino dell’ex Elpidiense Cascinare.
Al 22′ De Marco imbecca Rosi in profondità, ma Isidori anticipa il brasiliano di un soffio. E’ invece l’arbitro a fermare al 28′ Piergallini lanciatissimo a rete grazie alla sponda di Grcic; la Folgore Falerone chiude e riparte, ed al 34′ si fa vedere dalle parti di Carfagna con una punizione di Goglia di poco alta sopra la traversa, originata da un fallo fischiato ad Arcolai e sembrato piuttosto dubbio. I ritmi si alzano, e già al 35′ i biancorossi rispondono con Russo, che crossa in mezzo per Rosi, ma lo stop al volo del fantasista è appena troppo lungo e viene bloccato dal portiere della compagine del fermano. Al 36′ è di nuovo Goglia ad impensierire la Maceratese, con una correzione di un calcio di punizione effettuata sotto porta in spaccata e finita di poco al lato.
Il primo tempo sembra chiudersi in pareggio, ma ad un minuto dalla fine Piergallini viene atterrato in area di rigore, dagli undici metri Rosi calcia però centrale ed Isidori respinge.
Nella ripresa girandola di cambi per entrambe le formazioni; Martinelli, Di Paolo, Cacopardo fanno il loro ingresso in cmapo, seguiti a breve giro di posta da Tartabini (12’st), Coccia e Kodra (28’st). Il tema tattico non cambia, la Maceratese cerca di imporre il proprio ritmo e la Folgore Falerone cerca di rendersi pericolosa solo sulle ripartenze: nonostante il pervicace difensivismo degli ospiti al 21′ i padroni di casa passano in vantaggio, grazie alla rete siglata di testa da Giandomenico ad un metro dalla linea di porta, ma sopratutto per merito di Piergallini (autore dell’assist) e del doppio passo con cui ha saltato due avversari, per poi entrare in area di rigore e crossare.
I biancorossi ci prendono gusto e vanno vicini al raddoppio con De Marco al 26′ (azione personale conclusa da un tiro di poco a lato). Alla mezz’ora Ciarlantini (entrato al minuto 11 del secondo tempo al posto del pericoloso Goglia) colpisce il palo della porta difesa da Martinelli, ma al 38′ i conti si chiudono grazie ad una splendida rete di Cacopardo, realizzata con una conclusione da fuori area sulla quale Isidori non può nulla.
I 90 minuti raccontano una Maceratese attenta, capace di costruire molte occasioni e con ampi margini di miglioramento sotto porta. Con Giandomenico che è una sicurezza per precisione dei lanci e visione di gioco, le note più liete vengono soprattutto da giocatori finora poco utilizzati come Piergallini, che si è procurato il rigore poi fallito da Rosi ed ha propiziato il primo goal, ma anche da giovani e giovanissimi, come Russo (che è del 1993), Cacopardo (classe ’94)  e Tartabini (che è un ’95). Considerando che l’Eccellenza è un campionato lungo e che è fondamentale poter schierare giovani preparati e pronti nel corso della stagione, non è roba di poco conto.

***
2-0

MACERATESE: Carfagna, Donzelli, Russo, Arcolai, Grcic, Cucco, Piergallini, Carboni, De Marco, Giandomenico, Rosi.
Entrati nel secondo tempo: Martinelli, DI Paolo, Moretti, Cacopardo, Tartabini, Coccia, Kodra, Agyeman. All. Di Fabio.

FOLGORE FALERONE: Isidori, Pallotta, Bordoni, Tramannoni, Gobbi, Sorbatti, Bromo, Tedeschi, Galdo, Ciabattoni, Goglia.
Entrati nel secondo tempo: Bitti, Silenzi, Ciarlantini, Moretti, De Lazzari, Antinori. All. Calcabrini.

RETI: 21′ st Giandomenico, 38′ st Cacopardo.

NOTE: Calci d’angolo 6-2 per la Maceratese.  Recupero 0’+2′.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X