Fli: inizia il corteggiamento all’Udc per le comunali a Civitanova. L’Idv replica a Sel

- caricamento letture

di Laura Boccanera
Dopo l’esito del referendum il Fli civitanovese guarda al 2012, con il chiaro invito all’Udc a ragionare insieme in sintonia con la corrente nazionale che vorrebbe la costituzione di un nuovo polo. E non mancano le stoccate all’attuale amministrazione che tra l’altro, la prossima settimana è chiamata a votare il bilancio in consiglio comunale. “Nell’ultimo anno questa amministrazione si è retta sul voto responsabile dei partiti di FLI e UDC che con 4 consiglieri comunali hanno evitato il commissariamento ed hanno dato al sindaco Mobili ed alla sua giunta la possibilità di portare a termine il programma di mandato – dice Giorgio Pollastrelli Jr – chiaro è che ,in vista delle comunali i due partiti sono chiamati a dar vita ad una compagine politica unitaria che sappia raccogliere le diverse anime moderate del centro e del centro destra cittadino, un impegno quello che FLI e UDC sono chiamati a svolgere per restituire serenità ad un città che spesso si è trovata divisa su grandi questioni e che invece vanno discusse e affrontate con la volontà di superare le divisioni”. Un’analisi quella del Fli che guarda anche ai due principali partiti: “Nel Pdl come nel Pd si preparano settimane infuocate di resa dei conti interne dopo le provinciali e prima delle comunali distogliendo chi fa politica in queste due coalizioni dal loro vero impegno: la città! Noi del FLI non ci faremo coinvolgere in queste tristi teatrini della politica ma invitiamo le forze moderate a dar vita ad un’ aggregazione nuova che sappia andare oltre ed avvicinare chi vede la politica come impegno per la città”.

***

Giovanni Torresi, coordinatore provinciale dell’Idv, replica a Sel (leggi):

Confermo che non capisco che gioco stia facendo SEL a Civitanova nel far apparire una divisione nel centro-sinistra che proprio non esiste. E per di piu’ all’indomani della vittoria alle amministrative e referendaria e nel momento in cui la destra che ha mal governato e’ in difficolta’ e l’udc sta riflettendo sul da farsi. Non posso che temere che SEL stia agendo “su commissione”. Invito SEL a parlare di politica e a non danneggiare il centro-sinistra con pettegolezzi telefonici che non interessano a nessuno se non ad alcune amicizie “particolari”.
Ribadisco che non si e’ tenuta nessuna riunione e che nessuno vuole escludere il Pd che e’ chiamato a svolgere il proprio importante ruolo con prudenza, generosita’ e intelligenza. Il centro-sinistra deve riunirsi presto e varare un programma per le comunali 2012 e trovare una squadra che interpreti la voglia di rinnovamento che l’elettorato ha gridato mandando a casa Capponi alle amministrative e Berlusconi coi referendum.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X