Derby di San Severino in finale
Si salvano Elfa, Aries e Csi Recanati

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
settempeda1-300x169

La formazione della Settempeda

di Federico Bettucci

Settempeda, Serralta e Casette Verdini. Queste le tre formazioni maceratesi ancora in corsa per la lunga ed estenuante scalata alla Prima categoria. Prima, la finale del proprio girone; poi, gli altri spareggi tra tutte le vincenti che usciranno fuori nel prossimo week end. Chiudono la propria annata dopo 32 partite, e festeggiano, dopo aver sudato freddo, Aries Trodica, Csi Recanati ed Elfa Tolentino. Retrocedono in Terza categoria Acm Sambucheto, Palombese e Pievebovigliana. Partendo dai playoff, è stato coronato il “sogno” del Serralta di “giocare la finale con la Settempeda”. Il desiderio era stato espresso dal presidente dei gialloblù dopo la sconfitta nella gara di andata della semifinale (1-2) a Tolentino. Desiderio esaudito. Sia i suoi uomini che quelli dei cugini della Settempeda hanno regolato le rispettive avversarie con vittorie di scarto pari al ko dell’andata e hanno ottenuto il pass per la finale in virtù del miglior piazzamento al termine dei trenta incontri del calendario. D’altronde, erano state proprio le due compagini sanseverinati quelle che fino alla fine avevano conteso lo scettro al Caldarola poi campione. Ora sono attese da un derby a dir poco storico, che si giocherà proprio al Comunale di San Severino Marche, sabato alle 16,30. La Settempeda sabato pomeriggio ha restituito il 2-0 alla Folgore Castelraimondo: merito di una doppietta di Michele Tiranti, assoluto man of the match. Il giorno successivo il Serralta ha sudato un bel po’ per avere la meglio sugli ottimi Giovani Tolentino, arrivati veramente ad un soffio dal passaggio del turno. La semifinale di ritorno, che termina 1-0 per la truppa di Biciuffi, la decide Claude Gigli (gol) in collaborazione con Sorichetti (rigore parato a Maccari). Nel girone E, invece, accede alla finale il Casette Verdini che, a sorpresa, non se la vedrà con il Villa Musone, bensì con la Real Cameranese. Appuntamento sabato pomeriggio (16,30) a Portorecanati (Comunale “V. Monaldi”). La squadra di Ruffini ha avuto vita facile con l’Appignanese, battuta 4-1 dopo il pareggio dell’incontro di una settimana prima. Nel week end si giocheranno le due finali. Settempeda e Casette Verdini avranno il vantaggio di poter chiudere gli eventuali tempi supplementari in parità. Nelle gare dei playout, nessuna sorpresa ed un dato comune: nei gironi E e F si sono salvate tutte le squadre che avevano terminato la regular season con un piazzamento di classifica migliore. Rimangono così in categoria le quart’ultime e le quint’ultime, retrocedono penultime e terz’ultime. Esultano Aries Trodica (dopo la sconfitta di misura dell’andata, 4-1 al Real Porto) e Csi Recanati (salvo con due pareggi, 1-1 e 2-2, contro l’Acm Sambucheto) in un raggruppamento; Nuova Dimensione (purtroppo per il Pievebovigliana, sconfitto anche al ritorno, stavolta 3-1) ed Elfa Tolentino (4-1 alla Palombese firmato Feliziani, Roberto Paciaroni e Lorenzi su rigore, oltre ad un autorete, che hanno reso vano un guizzo di Damiani) nell’altro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X