La Robur cala il tris
Piccioni ed Angiolani stendono l’Abbadiense

LA PARTITA DELLA SETTIMANA IN TERZA CATEGORIA
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
MATTIA-PICCIONI-ROBUR

Il bomber della Robur Mattia Piccioni

di Luigi Labombarda

Missione compiuta per la Robur Macerata: batte 3-1 l’Abbadiense ed attende ora gli esiti di Amatori Appignano-Fabiani Matelica e Sefrense-Pioraco per determinare la quarta partecipante ai playoff del girone G di Terza categoria. Con questa vittoria infatti si porta a 44 punti, con gli appignanesi a 42 ed il Pioraco a 41 che giocano nel pomeriggio. L’Abbadiense invece fa i conti con la sfortuna che l’ha privata in questa importante partita di due uomini-chiave come Antolini e Ciocca, a cui bisogna aggiungere l’uscita anzitempo dal terreno di gioco di Lazemetaj per infortunio; per i gialloverdi questa sconfitta potrebbe pesare ulteriormente a causa del rischio concreto di perdere il secondo posto in classifica, elemento che rappresenta un grande vantaggio in caso di doppia parità negli spareggi promozione.

LA CRONACA – Gabriele Soldini, allenatore della Robur, schiera i suoi con il 4-2-3-1: Mattia Piccioni è l’unica punta, dietro di lui sulla trequarti Principi, Sinigallia ed Alessandro Moretti. Dall’altra parte Lupetti risponde con il classico 4-4-2 con Giannangeli e Capomasi di punta, Borghiani e Ruani sulle fasce. Al 5’ Principi recupera palla a centrocampo e parte tutto solo per via centrale, giunto al limite dell’area calcia verso Guglielmi che blocca a terra. Un minuto dopo Piccioni serve nell’area piccola Sinigallia ma la sua conclusione è debole e Lazemetaj spazza via. Al 13’ calcio di punizione di Lazemetaj che cerca in area di rigore il colpo di testa di Capomasi, Lattanzi anticipa in uscita il tentativo respingendo coi pugni. Al 17’ lancio in profondità per Borghiani, non scatta il fuorigioco così può avanzare sulla fascia sinistra: Lattanzi esce dall’area per interrompere l’azione ma manca il pallone, così la porta resta totalmente sguarnita. Borghiani tenta quindi una conclusione diretta da posizione molto angolata, invece di servire i compagni in area comunque marcati, con il risultato che la palla finisce sull’esterno della rete. Al 20’, sugli sviluppi di un corner, Sinigallia penetra in area e prova la conclusione con il destro, respinta da Guglielmi. L’Abbadiense non riesce a pungere in avanti, allora Lupetti sposta Lazemetaj in attacco e sortisce l’effetto sperato. E’ il 26’: è proprio lui che spizza di testa un rinvio di Guglielmi, servendo Capomasi che avanza, finta il tiro e serve al limite Lazemetaj e, con un destro da fuori area, trafigge un Lattanzi non irresistibile nel tentativo di parata. L’Abbadiense si porta così in vantaggio ma subito dopo deve sostituire il suo marcatore a causa di alcuni problemi fisici patiti in uno scontro di gioco, avvenuto un minuto prima del gol.
La Robur prova a rispondere con un calcio piazzato di Sabbatini, respinto da Guglielmi, poi al 33’ una clamorosa occasione: Sinigallia fa tutto benissimo, incuneandosi in area e servendo a Principi una palla da spingere semplicemente in rete, ma l’ala spreca tutto incartandosi sul pallone e consegnandolo in pratica al portiere avversario. Il gol del pareggio è comunque vicino ed arriva al 40’ con Piccioni, che finalizza al meglio una palla ricevuta in area dopo una splendida progressione sulla fascia destra da parte di Domizi. Poco prima dell’intervallo Principi avanza ancora una volta indisturbato verso Guglielmi ma stavolta serve al limite dell’area Piccioni, il quale conclude al volo con il sinistro sopra la traversa. Piccioni ci riprova allo stesso modo al quarto minuto della ripresa ed esegue con tale rapidità da non dare nemmeno il tempo a Guglielmi di abbozzare l’intervento: palla all’incrocio e 2-1 Robur. L’Abbadiense è alle corde, ci sono pochissime idee in avanti e quindi non riesce ad essere pericolosa. Al 60’ Piccioni scocca un sinistro poco dentro l’area, pallone bloccato centralmente dal portiere; quattro minuti dopo Casulli effettua un cross teso che Piccioni manca di poco. E’ l’ultima azione della punta della Robur, che lascia il terreno di gioco per far spazio ad Angiolani. Sarà proprio quest’ultimo a siglare la rete del 3-1 al minuto 82, su invito di Sinigallia. Finisce con i sorrisi dei padroni di casa, il nervosismo della squadra ospite per una sconfitta che può avere ripercussioni, e l’attesa di entrambe per quello che accadrà sui campi di Appignano e Sefro.

ROBUR-2011-300x225

La formazione della Robur

IL MIGLIORE: Giacomo Sinigallia (Robur Macerata). Una grande partita, per corsa e qualità, della giovane mezzapunta roburina. Non è andato a segno ma si è sempre proposto in attacco ed ha servito molti palloni alle punte, tra cui gli assist del secondo e terzo gol.

il tabellino:

ROBUR MACERATA: Lattanzi 6, Domizi 6,5, Casulli 6, Moretti L. 6, Ranzuglia 6, Soldini 6,5, Moretti A. 6, Sabbatini 6,5 (dal 94’ Brando sv), Piccioni 7,5 (dal 65’ Angiolani 7), Sinigallia 7,5 (dal 90’ Carlini sv), Principi 6 (dal 85’ Monti sv). A disp. Cipriani, Paesani, Pierini. All. Soldini.

ABBADIENSE: Guglielmi 5,5, Silveri 5,5, Pizzichini 6, Salvatori 6 (dal 51’ Tasso 6), Lazemetaj 6,5 (dal 29’ Ricci 5,5), Calamante 5,5, Borghiani 5 (dal 70’ Orioli sv), Cipolletti 6 (dal 91’ Ajdari sv), Giannangeli 5,5 (dal 51’ Benedetti 5), Capomasi 6, Ruani 6,5. A disp. Rapari. All. Lupetti.

ARBITRO: Guardati di Macerata.

RETI: 26’ Lazemetaj (A), 40’ e 49’ Piccioni, 82’ Angiolani.

NOTE: angoli 5-0. Ammoniti Casulli (Robur), Pizzichini, Salvatori, Calamante e Ricci (Abbadiense). Espulso al 93’ Moretti A. (Robur) per comportamento antisportivo. Recuperi 2’ p.t. – 5’ s.t.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X