Settempeda, vittoria
e primato consolidato

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il match winner della Settempeda Paolo Appignanesi

La Settempeda stavolta vince e convince. Sull’insidioso ed angusto terreno sintetico dell’Amatori Corridonia, in una giornata in cui soltanto tre sono stati i confronti disputati a causa della neve che ha reso impraticabili i restanti cinque impianti, l’undici di Roberto Sordoni passa in svantaggio ad opera del torello d’area Sasha Bianchi ma non si scompone e reagisce subito con una punizione bomba di Paniccià che piega le mani all’estremo locale. Nella ripresa i biancorossi, pur privi di numerose pedine rilevanti, passano a condurre grazie ad una deviazione sotto misura di Appignanesi, alla prima gioia personale stagionale, successivamente però bloccato dal doppio giallo dell’arbitro, e ci rimangono sino alla fine. “Stavolta siamo stati tonici, grintosi e consci delle nostre possibilità – ha rilevato il co-presidente Sandro Teloni, a nome del Direttivo biancorosso – Pur non potendo, mister Sordoni, disporre del regista Simone Mengani e, a pieno regime, degli attaccanti Fattori, Tiranti e Montanari, gli ultimi due subentrati a gara in corso, come pure il laterale Castelli, la Settempeda ha lottato dal primo all’ultimo minuto, non scoraggiandosi mai e tenendo fino al triplice fischio in vantaggio nel punteggio, anche se costretta a replicare in inferiorità numerica per la doppia ammonizione di Appignanesi. Sarebbe stato davvero un peccato steccare a Corridonia anche perché il gol dei padroni di casa, come ha potuto rilevare chi era piazzato meglio dell’arbitro ascolano Mattei, era chiaramente viziato dall’offtside”. Insomma, si potrebbe etichettare il successo dei biancorossi a Corridonia come la vittoria dell’organizzazione, in quanto nessuno come la Settempeda può vantarsi nel girone di disporre di una rosa tanto assortita quanto tecnicamente pregevole. Per mister Sordoni “era importante giocare sul difficile terreno dell’Amatori perché ci siamo levati di torno una trasferta delicata ottenendo il massimo (contrariamente all’insoddisfacente punto centrato nelle precedenti due gare esterne, ndr) dopo aver lottato duramente. Ora bisogna proseguire lungo la retta via”. Il che significa tentare di fare risultato pieno nelle due gare interne consecutive che propone il calendario con Muccia ed Urbisalviense.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X