La Maceratese si gioca una stagione
A Grottammare vietato sbagliare

Il match verrà trasmesso in diretta web su Cronache Maceratesi grazie alla collaborazione di Radio Studio 7
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
maceratese_biagio_nazzaro_02-200x300

Belkaid in scivolata contro la Biagio Nazzaro

di Filippo Ciccarelli

Quello di Grottammare è un campo tradizionalmente ostico per la Maceratese, che è riuscita nell’impresa di sconfiggere la formazione dell’ascolano tra le mura amiche nel girone di andata, giocando però al Campo dei Pini, dopo anni di partite sofferte e poco fortunate all’Helvia Recina.
Questa sfida, inutile nasconderlo, ha un significato che va al di là dei classici 90 minuti. C’è più di una persona che è in discussione alla Maceratese, sia tra i giocatori che nello staff tecnico e societario. Vediamo perché, partendo dalla situazione in società.
Il malessere nel sodalizio biancorosso è evidente, ed è stato reso esplicito dal direttore generale Maria Francesca Tardella dopo la prestazione della squadra ad Urbania. In quel caso la Maceratese ha parlato solo per bocca del suo d.g. adottando un comprensibile silenzio stampa, visto l’andazzo poco felice con cui si è chiuso il 2010 e si è aperto il 2011. Tardella ha ricordato come siano stati disattesi gli obiettivi che la società aveva fissato per giocatori e tecnico, sottolineando che questo fatto avrà delle conseguenze. La contingenza dell’assenza del presidente Paci è stata forse la causa maggiore che ha permesso alla guida tecnica dei biancorossi di proseguire almeno fino a questa domenica, vista la mancanza oggettiva di tempo nel dover rimpiazzare l’allenatore dal giovedì sera, data in cui si è conclusa la riunione in casa Maceratese.
La sorte di Pierantoni è legata alla prestazione di domenica, e se non interpretiamo male si provvederà all’esonero del mister se non arrivassero i tre punti a Grottammare. Continuare a confermarlo anche in caso di pareggio non sembrerebbe la mossa più azzeccata, sia perché la squadra ormai pare non seguirlo più, sia perché si darebbe ai tifosi un segnale poco chiaro. Il presidente Paci e gli altri membri della società hanno infatti investito tempo e denaro nella costruzione di una squadra che sulla carta era e rimane da playoff, investendo anche nel mercato di riparazione, ed accontentarsi di un mister che al momento sta guidando la formazione su posizioni più vicine alla zona playout sarebbe di fatto un controsenso.
La posizione più a rischio, quindi, è certamente quella di Pierantoni, ma anche il ds Agostinelli potrebbe non godere più della fiducia  del resto della società, avendo condiviso con l’ex tecnico della Vigor Pollenza la scelta della maggior parte dei giocatori che sono scesi in campo quest’anno.
Gli stessi giocatori che dopo la sconfitta di Fabriano avevano fatto quadrato intorno all’allenatore stanno vivendo un momento di forma e di risultati poco felice. Ad Urbania il nervosismo è riaffiorato per la querelle che ha visto protagonisti Cacciatori e Testa, tra i più vivaci dell’undici biancorosso, autori di un litigio direttamente in campo. Segnali di precario equilibrio nervoso erano già stati dati da Romagnoli proprio dopo la sconfitta di Fabriano, e per il suo comportamento venne anche messo fuori squadra. Il culmine si raggiunse con l’espulsione di Armellini per un intervento plateale su Melchiorri nel derby giocato in casa dalla Maceratese con il Tolentino.
In ultimo, c’è la classifica a parlare chiaro. Se la Maceratese non vincesse, rimarrebbe inguaiata nei quartieri meno nobili della graduatoria. Ma una sconfitta proietterebbe proprio il Grottammare un punto avanti ai biancorossi, che già si sono fatti raggiungere dall’Urbania domenica scorsa, e che nel turno infrasettimanale di mercoledì 19 hanno un altro scontro diretto con il Centobuchi, che al momento è terzultimo a -7 dalla Maceratese. Insomma, quella di domenica contro i biancocelesti è una partita fondamentale per l’undici di Pierantoni, ed ad ogni modo segnerà il destino di molti alla Maceratese.
Il match verrà trasmesso in diretta radiofonica via web su Cronache Maceratesi, grazie alla collaborazione di Radio Studio 7, ed anche in FM sulle frequenze di Radio Erre, e potrà essere così seguito da quanti non avranno la possibilità di recarsi a Grottammare per seguire i biancorossi in questo momento così delicato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X