Paci a tutto campo sul 2010:
“Avremmo voluto giocare ancora
al Campo dei Pini”

Altro rimpianto del presidente della Maceratese: "Non aver acquistato Gigli in estate"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Paci

Patron Paci in un momento di riflessione

di Andrea Busiello

Il 2010 si è chiuso calcisticamente parlando per la Maceratese con una ripresa quanto mai salutare nell’ultimo mese. Con il numero uno biancorosso, Massimo Paci, abbiamo spaziato sull’annata ricca di sofferenza sia nell’era Nocera che in quella Pierantoni ed abbiamo discusso del 2011. Ecco tutte le idee, i progetti e le prospettive del patron per l’anno venturo.

Presidente Paci si chiude un 2010 che lei giudicherebbe in poche parole…

“Un anno coerente se parliamo della società. La Maceratese sta crescendo sotto tutti i punti di vista e questo mi rende fiducioso per il futuro. Per quanto riguarda l’annata calcistica ci sono stati diversi alti e bassi, alla fine la classifica rispecchia un pò il valore della Maceratese della prima parte di stagione”.

E’ stata un’annata turbolenta per la Maceratese. Qual è stata per lei la maggiore delusione ed il miglior ricordo che conserva di questo anno che sta volando via?

“Bella domanda. Partiamo dalla delusione più grande: quella di aver pareggiato in casa contro la Cingolana nell’ultima giornata di campionato. Credo che poche società si sarebbero messe a spalare la neve sul proprio campo pur di giocare, noi lo abbiamo fatto anche se il risultato del campo non ci ha soddisfatti. Passando alla soddisfazione maggiore credo che siano state le vittorie ottenute al campo dei Pini; vedere tanto seguito di pubblico mi ha entusiasmato ma forse a qualche politico quest’idea di continuare a giocare allo stadio dei Pini non è piaciuta, peccato”.

Qualche rimprovero per aver effettuato delle scelte sbagliate?

“Ne ho uno solo: quello di non aver preso Gigli quest’estate ed averlo acquistato solo nel mercato di riparazione. E’ un giocatore dalle grandi doti, sul quale c’eravamo già in estate. Ci sfuggìì per poco ed ora ripensandoci bene dico che forse con lui sin dalla prima di campionato la Maceratese avrebbe avuto una classifica migliore ma con il senno del poi è facile…”.

Il patron della Maceratese Massimo Paci

Il presidente della Maceratese Massimo Paci

Sta arrivando il 2011: un anno in cui la Maceratese dovrà…

“Essere protagonista. Per quanto riguarda la stagione 2010-11 credo che prima di dire di che pasta siamo fatti dobbiamo aspettare il 6 febbraio, dopo la gara contro l’Ancona. Per il momento non voglio fare proclami ma solo giocare partita per partita e poi vedere dove siamo posizionati in classifica in quella data per capire che genere di campionato dobbiamo fare fino alla fine”.

Si riprenderà a giocare contro la Belvederese all’Helvia Recina nel giorno dell’Epifania: una sfida ostica…

“Una partita da vincere per forza perchè poi arriveranno due trasferte e dunque dobbiamo iniziare l’anno 2011 assolutamente con un successo”.

Come si stanno allenando i ragazzi in questo periodo festivo?

“Molto bene. Per la gara contro la Belvederese ci mancheranno sia Grcic che Romagnoli squalificati ma abbiamo Del Moro sulla via del recupero. Anche Nwanze ha cominciato ad allenarsi con il gruppo e spero che presto lo possiamo rivedere in campo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X