Lube più forte nel braccio di ferro
contro una combattiva Piacenza

VOLLEY - 3 a 1 in una sfida tirata dall'inizio alla fine. Bene Omrcen, Conte e Podrascanin
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Nilsson-attacca

Un attacco dello svedese Nilsson

di Andrea Busiello

Una Lube concreta, cinica e determinata vince 3-1 (28-26, 25-23, 18-25, 25-23) contro un’ottima Copra Piacenza. Mvp del match Facundo Conte, ma il solito Omrcen ha tolto tante castagne dal fuoco in campo Lube. Macerata si è mostrata operaia e di sostanza, una vittoria che consolida il terzo posto in classifica e permette ai biancorossi di casa di godere di una settimana dove Lamia e Cuneo rappresentano i prossimi avversari da sconfiggere. Curiosa la scena propostasi sul 24-23 del 2′ set quando Mauro Berruto chiama il cambio volendo inserire Marchiani al posto di Savani in questo fondamentale ma l’arbitro non gli concede questa possibilità ed allora coach Berruto si “accontenta” di lasciare Savani in battuta che di tutta risposta piazza l’ace del 2-0.

lube1-300x202

La cronaca. Nel primo set l’ace di Omrcen vale l’8-6 iniziale, la Lube gioca discretamente ed allunga fino al 13-10 dopo l’errore di Zlatanov. Piacenza chiude la rimonta a quota 19 con Popp, si da vita ad un finale punto dove è Omrcen a mettere la parola fine al parziale (28-26) dopo una lunga battaglia. Secondo set che vede Piacenza avanti sin dall’avvio: il muro di Holt vale l’8-6, l’ace di Zlatanov vale il 14-11. Macerata recupera e torna in parità sul 17-17  con Facundo Conte che poi realizza anche l’ace del 21-20. Finale mozzafiato, Berruto sul 24-23 vorrebbe far entrare Marchiani per Savani al servizio ma l’arbitro non concede il cambio e così rimane Savani in battuta che picchia a tutto braccio e realizza l’ace del 25-23 che vale il 2-0 per la Lube. Il terzo parziale è un dominio sin dall’avvio degli ospiti che prima con tre ace di fila di Nilsson si portano sul 5-2, Holt realizza il 10-6 e Zlatanov il 16-10. Macerata cerca il sussulto che arriva ma si ferma sul 18-22, alla fine chiude Nilsson 25-18. Lube che rimane avanti 2-1. Il quarto ed ultimo parziale è quello più emozionante dove si gioca punto a punto. Popp piazza l’8-7 per Piacenza ma Conte firma il sorpasso sul 15-14; il finale di match è al cardiopalma e l’errore in attacco di Gonzalez chiude la sfida 25-23 per la Lube e consegna ai biancorossi di casa tre punti d’oro.

lube4-300x201

LE PAGELLE DI LUBE-PIACENZA:

LAMPARIELLO: sv.

SAVANI: 6 Non era in gran giornata il martello. Solo il 37% di positività in attacco, con troppi errori al servizio (4) ma anche l’ace che è valso il 2-0.

PAPARONI: 6.5 Prestazione positiva. Poche sbavature e la sensazione di essersi calato sempre meglio nel ruolo.

VERMIGLIO: 7.5 Giostra con grande maestria le sue bocche da fuoco. In alcuni frangenti delizia la platea con delle grandi giocate.

MARCHIANI: sv.

CONTE: 8 Votato a ragione Mvp del match. In alcune circostanze dà ampia dimostrazione della sua classe. Alcune giocate fenomenali. Sarà dura toglierlo dallo starting six ora.

STANKOVIC: 6 Prova un pò scialba per lui, in effetti Berruto lo cambia con Vadeleux a gara in corso.

VADELEUX: 6.5 Ingresso positivo. Un ace ed un attacco vincente per lui, pedina preziosa sulla quale contare.

VAN WALLE: sv.

CACCHIARELLI: sv.

OMRCEN: 7.5 Quando la palla scotta viene puntualmente servita a lui. Alcune giocate sono da marziano ma nel complesso la sua prova è sopra le righe, con 18 punti totali.

PODRASCANIN: 7.5 Il suo apporto concreto lo da sempre. Chiude con un invidiabile 73% di positività in attacco che la dice lunga sulla sua prova. A muro non si fa trovare presente, ma avrà altre occasioni per farlo.

lube6-300x199



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X