Rugby, Camerino sconfitto 15-14
contro i Crusaders

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
crusaiders

Una concitata fase del match del Cus Camerino

di Paolo Ortolani

I camerti provano a discendere la costiera fermana con il chiaro intento di portare qualche punto a casa. A S. Elpidio a Mare si capisce subito che non sarà una passeggiata ed il 15-14 finale lo testimonia. I riti di prepartita vedono i “cinghiali” concentrati sul possibile obiettivo: la prima vittoria. I Crusaders dal canto loro, agevolati dal fattore campo, sono pronti a far valere la legge del padrone di casa. Stavolta il coach Ronconi azzecca tutto ma resta il rammarico. “Potevamo fare decisamente meglio. Il potenziale da sfruttare era tanto e non è stato utilizzato al massimo”. I cussini, oggi in versione All black in completa tenuta nera, ci credono e danno l’anima, intuendo l’avversario alla loro portata. Delusione, stupore ma anche tanta soddisfazione sul volto dei ragazzi. La parola a Marco Torresi: “La squadra ha mostrato compattezza.  Buona la difesa e la disposizione in campo. In fase offensiva il pacchetto di mischia è troppo avanti rispetto alla trequarti dove alcune giocate ancora stentano”. Evidentemente manca ancora quel pizzico di malizia e di furbizia che si acquista con l’esperienza. “Per quanto riguarda l’aspetto umano, invece, si è creato un gruppo fantastico con grandi legami affettivi in così poco tempo, cosa impossibile in qualunque altro sport”.  Anche questa è la forza del rugby. Per i “cinghiali” le mete se le sono spartite i due Gabriele (Romani e Ortolani, meta tecnica), trasformate magistralmente da Ronconi.
Il punteggio finale di 15 a 14 rispecchia le qualità espresse in campo dalle due compagini. La vittoria ha voluto sorridere ai padroni di casa ma senza disdegnare una strizzatina d’occhio ai camerti, mai così a portata di mano della meritata palma della vittoria. Si torna al cospetto dei Sibillini, con un punto in più in classifica e una grossa dose di ritrovata  fiducia ed entusiasmo. Non senza il rammarico dell’incidente occorso al centrale David Corsalini: gli amici e tutti gli sportivi si stringono intorno a lui, sperando di rivederlo presto in campo. Domenica prossima i cinghiali, dopo un mese di lontananza, ritorneranno al cospetto del proprio pubblico. Al Livio Luzi di Camerino se la vedranno con una big del campionato, la Legio Picena, squadra che punta al vertice del campionato e che vanta giocatori di esperienza decennale.  Potete scommetterci che ne vedremo delle belle.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X