La Lube soffre troppo
ma torna da Belgrado vittoriosa

CHALLENGE CUP - I biancorossi, privi di Podrascanin e Martino, vincono al tie break. Conte top scorer degli ospiti. Mercoledì la gara di ritorno a Macerata
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Conte

Facundo Conte, top scorer dei biancorossi con 20 punti a referto

Buona la prima europea per la Lube Banca Marche, che nel suo esordio assoluto nella GM Capital Challenge Cup batte al tie break ed a domicilio la Stella Rossa Belgrado (25-22, 26-28, 25-18, 20-25, 15-8) nella piccola ma infuocatissima Hala Sumice, nell’andata del secondo turno della competizione, che ha visto entrare in scena i maceratesi unitamente ad altre quindici formazioni continentali. Con Podrascanin e Martino assenti i biancorossi, arrivati in Serbia con una rosa di undici elementi (Facundo Conte in campo dall’inizio con Savani, Vadeleux al centro con l’applauditissimo ex e idolo di casa Stankovic, Lampariello e Cacchiarelli a referto nelle vesti di schiacciatori e utilizzati spesso per le mansioni di seconda linea), hanno dovuto sudare e non poco in tutti i set, merito del gran carattere sfoderato dalla giovane squadra di casa, motivata e non poco dall’opportunità di poter affrontare senza troppe pressioni capitan Omrcen e compagni. Nel primo set i biancorossi vanno sotto di quattro lunghezze in avvio per colpa del servizio float di Terzic (12-16), poi recuperano con tre muri consecutivi di Stankovic (17 pari) e lanciano la fuga decisiva nel finale con le fiondate in battuta di Omrcen e Savani (un ace a testa, l’ultimo per il 24-22). Nel secondo set, condotto per larga parte con Facundo Conte protagonista in attacco (chiuderà con 20 punti, top scorer, 61% in attacco), i biancorossi falliscono ogni tentativo di fuga (19-17 con il contrattacco vincente dell’argentino) per farsi riacciuffare nel finale, e cedere 26-28 nel lungo testa a testa con una ricezione errata proprio di Conte, tradito dalla velenosa flottante di Mitic. Situazione del tutto diversa nel terzo parziale, che vede i biancorossi piazzare la stoccata vincente a metà periodo, con i muri di Vadeleux e Omrcen, che poi firma il successivo ace utile ad allungare sul 20-15; finirà 25-18. Da dimenticare il quarto parziale, si vede invece una Lube Banca Marche determinatissima nel decisivo tie break: la fuga si registra già in avvio grazie ad un muro vincente di Omrcen (5-2, 19 punti per il croato), i biancorossi conducono 8-4 al time out tecnico e firmano con Stankovic (gran protagonista del match, 16punti, 75% in attacco e ben 7 muri)premiato a inizio gara dalla sua ex società) il punto del 12-7 che smonta definitivamente le speranze dei serbi. Un muro di Savani vale il match point, finisce 15-8 dopo un attacco out dei padroni di casa.
La vittoria conquistata vale naturalmente moltissimo per la formazione allenata da Mauro Berruto, ma non la sicurezza della qualificazione ai successivi sedicesimi di finale, che come noto – come previsto dal nuovo regolamento – andrà conquistata vincendo anche la partita di ritorno (in caso di sconfitta, si giocherebbe come noto il Golden Set), che si giocherà al Palasport Fontescodella di Macerata mercoledì prossimo con inizio alle 20.30. La truppa biancorossa farà ritorno a Macerata nella tarda mattinata di domani, e tornerà ad allenarsi venerdì con una doppia seduta di lavoro, in vista della trasferta di campionato in programma domenica prossima a Verona. Lavorerà invece anche domani Marko Podrascanin, che prosegue il lavoro di riabilitazione stilato dallo staff medico per recuperare dalla distorsione al pollice della mano destra rimediata con Trento.

Il post partita
MAURO BERRUTO
: “Non sono molto contento della prestazione offerta dalla squadra, ma del risultato si, e anche del carattere dimostrato, perché vincere qui non è certamente facile per nessuno. Teniamo molto a questa competizione e vogliamo andare fino in fondo. Questo regolamento mi piace perché favorisce indubbiamente lo spettacolo per il pubblico ed anche la concentrazione delle squadre. La prossima settimana si riparte da zero, dobbiamo vincere anche il ritorno e conquistare la qualificazione”.

Il tabellino:

STELLA ROSSA BELGRADO: Stefanovic n.e., Peric n.e., Pajic, Bojovic 9, Koprivica n.e., Milutinovic 11, Jakovljevic 11, Mitic 1, Terzic 12, Petrovic n.e., Petkovic 26, Vujic (L). All. Bulatovic.

LUBE BANCA MARCHE: Lampariello, Savani 13, Paparoni (L), Vermiglio 1, Marchiani n.e., Conte 20, Stankovic 16, Vadeleux 11, Van Walle, Cacchiarelli, Omrcen 19. All. Berruto.

ARBITRI: Mylonakis (GRE) – Costantin (ROM).

PARZIALI: 22-25 (24’), 28-26 (29’), 18-25 (23’), 25-20 (24’), 15-8 (12’).

NOTE: Spettatori 1600. Stella Rossa bs 17, ace 9, muri 7, errori 12, ricezione 78% (50% prf), attacco (39%). Lube bs 20, ace 4, muri 17, errori 6, ricezione 72% (36% prf), attacco 57%.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X