Maxi squalifica per Armellini:
sei turni lontano dai campi
per l’aggressione a Melchiorri

La decisione del giudice sportivo dopo il brutto episodio nel derby di domenica tra Maceratese e Tolentino
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
armellini

Armellini protesta con l'arbitro dopo aver scaraventato a terra Melchiorri

La “longa manus” del Giudice Sportivo non ha fatto sconti: ben sei le giornate di squalifica inflitte al portiere della Maceratese Andrea Armellini, espulso domenica scorsa nel finale di partita del derby con il Tolentino dopo aver aggredito l’attaccante degli ospiti Federico Melchiorri con una manata in volto. Una sanzione pesantissima, aggravata dal fatto che Armellini indossava anche la fascia da capitano. E chi ha parlato nei commenti di raptus trova conferme nella motivazione addotta dal Giudice Sportivo alla squalifica: ” Espulso per fallo di reazione, alla notifica del provvedimento spingeva l’arbitro al petto, senza causare alcuna conseguenza, ed in uno stato psichico alterato”. Raramente si sente parlare di “stato psichico alterato” in un referto, ma Armellini l’ha combinata davvero grossa, tanto che nessuno è riuscito a dare una spiegazione al suo gesto inconsulto nè tantomeno a poterlo in qualche modo giustificare. Un gesto tanto più grave per un giocatore di 40 anni suonati che ha accumulato esperienza da vendere anche nei massimi campionati italiani.

Lo rivederemo in campo nel 2011? Dipenderà tutto dalle scelte della società biancorossa che sicuramente non resterà indifferente di fronte a una squalifica tanto pesante che va a privarla di uno dei suoi uomini di maggior esperienza per quasi due mesi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X