L’illusione del blitz dura 4′
Recanatese-Rimini finisce 1-1

Al Tubaldi leopardiani in vantaggio al 61' con un autogol. Pareggia Ragatzu al 65'
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Basilico-Mauro

L'attaccante della Recanatese Mauro Basilico, assente nella sfida odierna

di Oreste Cecchini

Una partita che solo pochi anni fa si poteva proporre per amichevoli estive, mentre ora Recanatese e Rimini si ritrovano di fronte nel torneo di serie D. Gran seguito di tifosi, squadra forte in tutti i reparti, maggior possesso palla (e il numero dei corner lo testimoniano), insomma ci sono tutti gli ingredienti per una pronta scalata per i romagnoli. La Recanatese fa la sua onesta parte, priva anche del suo attaccante piu’ esperto (Basilico) ed alla fine l’1-1 finale lascia il clan locale soddisfatto. In tribuna si sono notati tecnici e osservatori vari, mossi dal sedicenne portierino romagnolo che per sua sventura causerà il momentaneo vantaggio giallo-rosso, per il resto poco impegnato dal verde attacco locale. La cronaca vede subito Garcia al tiro che si perde di poco fuori al 3′, mentre la risposta ospite vede incunearsi Evangelisti fermato in angolo; al 10′ il fratello maggiore del Brighi romanista, fa venire i brividi al poriere locale con una sassata dalla lunga gittata che si perde di poco alta. Bella manovra dei recanatesi al 26′ Moretti, Sbarbati e girata di Pericolo fuori misura. Al 35′ Aquino mette nel sacco da pochi metri, ma l’arbitro non convalida per fuorigioco, ma la piu’ ghiotta palla-goal viene sventata dallo stesso Aquino al 42′ quando una ravvicinata conclusione di Garcia viene respinta proprio sulla linea. Nella ripresa subito minacciosa la squadra romagnola, tocco di Aquino per Ragatzu che saggia i riflessi di Cantarini. Ma a passare, un po’ a sorpresa, sono i locali quando su un cross dalla destra neppure tanto insidioso, con il baby Semprini in presa aerea si fa scivolare la sfera che va a carambolare sul compagno per terminare in rete. Ma la gioia del momentaneo vantaggio per la Recanatese dura solo 4 ‘ minuti, perchè Cantarini non è da meno del suo collega romagnolo, sbaglia il rinvio regalando palla sulla tre-quarti ad Olcese che mette subito in movimento lo scatenato Ragatzu, il quale con un micidiale rasoterra fissa il punteggio su un pareggio tutto sommato equo, anche se nel finale la Recanatese non sfrutta a dovere un contropiede con ampie praterie davanti ai giovani attaccanti locali che sprecano una buona opportunità per superare sul filo di lana un Rimini comunque bello e meritevole che sarà sicuramente protagonista in questo torneo.

il tabellino:

RECANATESE: Cantarini Loris, Torregiani, Ristè, Patrizi, Morbiducci, Marchetti, Zannini (61′ Leopardi), Moretti, Sbarbati (Roccetti 84′), Pericolo (67′ Moriconi), Garcia. All: Siroti-Baldoni.

RIMINI: Semprini, DeLuigi, Vittori, Mastronicola, Aquino, Brighi (22′ Buonocunto), Onescu, Cardinale, Olcese, Evangelisti (80′ Palazzi), Baldazzi (55′ Ragatzu). All.D’Angelo.

RETI: 61′ autogol DeLuigi, 65′ Ragatzu.

NOTE: Spett: 800 circa con larga rappresenatnza ospite. Angoli 1-9. Ammoniti Zannini, Garcia e Cardinale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X