Helvia Recina e Caldarola
partono in quinta

IL PUNTO SULLA SECONDA CATEGORIA - Deludono Juve Club e Sarnano
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il bomber della Settempeda Michele Tiranti, autore di una doppietta sabato

di Simone Caraceni

Nell’ultimo fine settimana debutto per la Seconda Categoria. Ci soffermiamo sui gironi E, F e G che coinvolgono le compagini maceratesi. Nel girone E scintillante esordio dell’Helvia Recina che si aggiudica con un sonante 4-0 il derby contro l’Acm Sambucheto del neo mister Marco Zampolini, per la formazione di Gasparrini doppiette di Boukal e Pollastrelli, passivo troppo pesante per l’Acm che colpisce ben tre legni. Replica prontamente il Casette Verdini che, in meno di venti minuti, archivia la pratica Nuova Sirolese, doppietta dell’eterno Martino Papasodaro inframezzata dal gol di Vittorini. Il duello a distanza Helvia Recina-Casette Verdini ha conosciuto la sua prima puntata, ma è solo l’inizio di una lotta che si prevede serratissima fra queste due corazzate. Bene anche l’Appignanese di mister Giovagnetti che intende ripetere il brillante campionato dello scorso anno, la neo promossa Pietralacroce crolla sotto i colpi di Bambozzi, Angeloni e Curi. Nel derby fra le matricole Junior Porto Recanati ed Ediartis Cingulum, prevale la formazione adriatica con le reti di Alfieri e Sarasibar, gol della bandiera di Pigliapoco per i cingolani. Chiude il programma lo 0-0 fra Csi Recanati e Real Porto.

Nel girone F vetrina per il Caldarola che sommerge la Juve Club nel posticipo domenicale e lancia un segnale forte a tutte le rivali per la promozione. Francesco Mora presenta subito un undici compatto e motivato, la Juve Club regge un tempo poi si sgretola nella ripresa per un 5-0 roboante. Nell’altro posticipo, l’Urbisaglia viene raggiunto nel finale dall’Elfa Tolentino, risultato interlocutorio per mister Fusari che, dopo il miracolo Cluentina, è chiamato a risollevare una nobile decaduta del calcio maceratese. Punto di platino per l’Elfa che ritrova in panchina l’antico condottiero Fabrizio Bernabei. Nelle gare del sabato spicca il 3-1 della Settempeda sul Sarnano, la formazione di Daniele Bozzi non è ancora al top della condizione e mostra qualche scricchiolio in fase difensiva ma la qualità non manca, subito affiatata la coppia d’attacco Magnani-Tiranti, spiccano le geometrie di Mengani in mezzo al campo. Per il Sarnano una magra figura, si salva la coppia d’attacco Cardinali-Ferranti mentre il reparto arretrato lascia molto a desiderare. Giovani Tolentino e Belfortese si ritrovano allo Sticchi per l’ennesimo faccia a faccia, questa volta in Seconda Categoria: finisce con un pareggio che premia la Belfortese e lascia un pizzico di amaro in bocca ai ragazzi di Mercanti che detengono una supremazia costante per tutti i novanta minuti ma non riescono a concretizzare la notevole mole di gioco costruita. Pirotecnico 3-3 fra Nuova Dimensione e Pievebovigliana che matura interamente nei secondi 45 minuti, per la Pieve di mister Canestrini inizia una nuova avventura dopo l’intensa dose di amarezze della passata stagione, la squadra ha perso pedine importanti ma conserva carattere e tenacia. Negli altri incontri vittoria tutto cuore della Folgore Castelraimondo sulla Palombese, decide una prodezza balistica di Passarini in pieno recupero, esordio ok in Seconda per il Muccia che contro l’Amatori Corridonia rimonta lo svantaggio iniziale (Sasha Bianchi) con le reti di Carnevale e Valzano. Falsa partenza per il Serralta, battuto da un San Claudio autoritario e in ottima condizione atletica, a segno Roberto Bartomioli e l’ex Cluentina Matteo Principi.
Nel girone G steccano Telusiano e Villa 2003, le due formazioni sangiustesi vengono entrambe sconfitte di misura, il Villa 2003 cede in casa alla Vis Faleria dopo essere passato in vantaggio con Toscana, il Telusiano cade ad un quarto d’ora dal termine a Marina Palmense.

PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA: Francesco Mora (All.Caldarola). Al ritorno dopo l’esperienza al Montelupone, parte con uno schiacciante 5-0 alla Juve Club, ci sono tutte le avvisaglie per un Caldarola competitivo ai massimi livelli.

TOP 11: Pettinari (F.Castelraimondo), Accaramboni (Pievebovigliana), Vittorini (C.Verdini), Paniccià (Settempeda); Bambozzi (Appignanese), Mengani (Settempeda), Valzano (Muccia), Pollastrelli (H.Recina); Boukal (H.Recina), Papasodaro (C.Verdini), Tiranti (Settempeda). All: Mora (Caldarola).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Donazioni
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X