“E’ il Tolentino la grande favorita”
Parola di mister Porro

L'ex tecnico della Maceratese fa le carte al campionato d'Eccellenza
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Busiello

In questo fine settimana prenderà il via il campionato di Eccellenza. Una stagione che si preannuncia lunga ed estenuante per le venti formazioni protagoniste. Sabato l’anticipo di Cupramontana, dove la Maceratese cercherà di fare punti contro la Belvederese mentre il carnet di domenica è ricco: Biagio Nazzaro-Cascinare, Cingolana-Corridonia, Fermana-Sangiustese, Montegranaro-Real Montecchio, Real Metauro-Fortitudo Fabriano, Tolentino-Centobuchi, Urbania-Grottammare, Urbino-Atletico Piceno e Vis Pesaro-Ancona.

Noi con uno l’ex tecnico della Maceratese Alessandro Porro (nella foto), abbiamo fatto un pò le carte al campionato.

Mister, qual è secondo lei la favorita del torneo d’Eccellenza?

“Credo che la favorita numero uno sia il Tolentino, che è la squadra che ha costruito l’organico migliore di tutta la categoria. Dietro i cremisi citerei Ancona, Fermana e la sorpresa del campionato: la Vis Pesaro”.

La sua ex squadra, la Maceratese, come la giudica?

“E’ una buona squadra. La vedo appena dietro le big ma l’ho vista giocare in Coppa e mi ha fatto una discreta impressione. Certo, ci sono ancora tante cose da migliorare ma credo che possa recitare un ruolo da protagonista in questo campionato”.

Di Cingolana e Corridonia cosa diciamo?

“La Cingolana credo che abbia bisogno di qualche rinforzo per essere più competitiva, ma a Cingoli conoscono bene la categoria e la società sa benissimo quello che fare in tema di mercato; per quello che riguarda il Corridonia io la vedo da prima parte della classifica. Hanno tanti giocatori esperti per l’Eccellenza ed hanno l’entusiasmo giusto della neo promossa. Mi aspetto una bella stagione da loro”.

A Monte San Giusto si riparte dall’Eccellenza…

“In questo momento mi sembra una squadra difficile da giudicare, avendo in rosa tanti atleti in prova. Conoscendo Antonio Pantanetti sono convinto che riuscirà in quello che si mette in testa, sia se vuole fare una stagione di “transizione” che se vuole puntare in alto”.

Quali sono i migliori giovani della categoria?

“Ce ne sono diversi che hanno fatto bene l’anno scorso. Io citerei su tutti Borgiani e Trillini della Maceratese che in questa stagione sono chiamati alla riconferma di quanto di buono hanno fatto vedere la corsa stagione. Per loro questo potrebbe essere un bel trampolino di lancio verso altre categorie”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Donazioni
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X