Profanata a Civitanova
la tomba di Maria Letizia Berdini

La ragazza uccisa nel 1996 da un sasso scagliato da un cavalcavia
- caricamento letture
letizia-berdini

La lapide di Maria Letizia Berdini, le scritte sono state cancellate da alcuni amici (foto Vives)

“Un pugno nello stomaco”. Il padre di Maria Letizia Berdini (nella foto), uccisa nel dicembre del 1996 da un sasso scagliato da un cavalcavia a Tortona mentre stava andando in auto a Parigi per il viaggio di nozze, definisce così la scoperta della profanazione della tomba della figlia.
La lapide è stata imbrattata con un disegno osceno fatto con il pennarello rosa. Vincenzo Berdini se ne è accorto ieri mattina, quando è andato (come tutti i giorni) a visitare la tomba nel cimitero di San Marone a Civitanova. Ha già fatto una denuncia verbale contro ignoti nella caserma dei carabinieri e oggi la formalizzerà allegando anche le foto della lapide. “Sono cose che fanno male – dice prima di tornare dai militari – ho provato quasi lo stesso dolore di quando ho saputo della tragica morte di Maria Letizia. Cosa spinge una persona a fare questo?

maria-letizia-berdini

Tanto più – spiega – che la tomba di Letizia è un po’ defilata nel cimitero e quindi bisogna andare apposta a cercarla. Sono addolorato anche per la mia famiglia, già duramente provata da questa disgrazia”. Il cimitero di San Marone è privo di videosorveglianza ed è possibile entrare senza essere notati, anche perché l’ingresso si trova lungo la strada statale 16 Adriatica. In precedenza, nello stesso camposanto, era stata profanata la tomba di Vincenzo Perini, protagonista della vita politica civitanovese negli anni ’70: nella sua lapide, nella cripta della Società Operaia di Mutuo Soccorso, erano state tracciate con pennarello nero delle frasi inneggianti a Satana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X