Assemblea pubblica a Fontespina
contro la vendita dell’ex liceo Scientifico

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

di Laura Boccanera

In 180 ieri hanno accolto l’invito per l’assemblea pubblica al rione Iv marine di Fontespina organizzato da Giulio Silenzi, Stefano Ghio e con Sara Giannini per parlare della vendita dell’ex liceo scientifico. Una sorta di contro assemblea rispetto a quella organizzata qualche settimana fa dalla giunta comunale nella quale è intervenuto invece l’ex presidente della Provincia Franco Capponi. Al centro del dibattito come al solito il problema relativo alla vendita, voluta dall’ex amministrazione provinciale per sovvenzionare il Ciof di Tolentino e il liceo scientifico di Macerata. Ma secondo l’opposizione civitanovese questa vendita rappresenta un vero e proprio furto alla città, regalando ai privati, dopo la Ceccotti, un’altra delle poche aree libere rimaste: <<Il percorso per arrivare alla vendita è pretestuoso – ha detto Silenzi – la Provincia può farsi carico di un mutuo, senza necessariamente dare al privato la possibilità di costruire in quell’area per ottenere liquidità, oltre tutto il bilancio è sano e solido e un mutuo non ne inficerebbe la stabilità>>. <<Per quest’area occorre una pianificazione urbanistica – ha spiegato il consigliere comunale Stefano Ghio –  che riqualifichi la zona con i servizi che occorrono alla comunità e non con metri cubi di cemento>>. Numerosi anche gli interventi del pubblico in sala e di alcuni residenti. <<Nel manifesto per le linee programmatiche degli interventi da mettere in atto – continua Silenzi – Capponi per l’area dell’ex liceo parlava di una riqualificazione con un centro destinato ai giovani, alle attività di formazione, copiando sulla carta quello che era il nostro progetto, ma sovvertendolo completamente nei fatti. Non ci fermeremo qui, raccoglieremo ancora firme e continueremo il volantinaggio al fine di sottoporre al Commissario provinciale il caso e scongiurare la pubblicazione del bando di vendita. L’ex liceo sarà al centro della prossima campagna elettorale >>. Un’estate bollente dunque per l’urbanistica civitanovese che proprio in questi giorni è al centro dell’attenzione in quanto nel breve e medio termine la politica dovrà trovare risposte alle ultime aree libere della città dalla Ceccotti, all’ex liceo, passando per l’area della nuova fiera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X