La Sangiustese pareggia
con la Lucchese
e chiude all’ottavo posto

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE - Giudici, Crescenzi e Pantanetti parlano del futuro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

pigini

Esce tra gli applausi del pubblico di Villa San Filippo la baby Sangiustese autrice di un’ottima prova al cospetto della capolista e già promossa Lucchese, anch’essa con in campo molti giocatori che hanno trovato meno spazio nel corso del campionato. Gli applausi ovviamente sono per tutti i giocatori a partire da molti dei protagonisti della bella stagione rossoblù lasciati in tribuna per questa ultima giornata de girone B di Seconda Divisione.
La Sangiustese chiude il campionato con gli stessi punti (43) della passata stagione ma passa dall’undicesimo all’ottavo posto in classifica. Una bella soddisfazione per una squadra ridimensionata nel mercato estivo e che è riuscita a centrare con due giornate d’anticipo la seconda salvezza diretta consecutiva quando ad inizio stagione sembrava spacciata perlomeno a disputare i play out per non retrocedere. Onore a questi giocatori che hanno sempre messo il cuore oltre l’ostacolo e al loro condottiero Tiziano Giudici, capace di costruire una squadra vera.
Contro la Lucchese i rossoblù hanno giocato con una formazione di soli under con PIgini, Scarsella e Raparo centrali di centrocampo, Ventura e Lorini sugli esterni e Allegretti unica punta.

La cronaca. La prima occasione è dei padroni di casa con un tiro dai 25 metri di Fabio Scarsella che termina di poco alto sopra la traversa. Sempre Scarsella al 19′ va vicino alla rete con una torsione di testa sugli sviluppi di un corner, palla alta. Al 20′ si fanno vivi gli ospiti con il sinistro di Kras che impegna Fanti alla respinta in angolo. Al 26′ ancora Kras imbecca Belluomini in area: ottimo l’aggancio, sbagliato il tiro. Al 42′ Lucchese in vantaggio: crosS dalla destra di Petri, Fanti respinge di pugno fuori dall’area, sul pallone si avventa Kras che di sinistro calcia in porta, sulla traiettoria Taddeucci  infila in rete.
La ripresa si apre con un’occasione d’oro per la Lucchese al 5′: Belluomini sfrutta un errore della retorguardia rossoblù, supera Fanti, calcia di sinistro ma trova il salvataggio sulla linea di De March. Passano due minuti e la Sangiustese trova la rete del pareggio con un bel diagonale di Ventura su respinta della difesa, niente da fare per Pennesi.

fantifederico

Un minuto dopo Fanti è bravo a respingere con una mano la conclusione ravvicinata del centravanti degli ospiti Taddeucci. Al 18′ altra bel tiro da fuori di Ventura, il portiere respinge in corner. Al 21′ Bordoni si lascia sfuggire Taddeucci che a tu per tu con Fanti calcia a botta sicura ma il numero uno rossoblù compie un altro ottimo intervento respingendo di piede. Sul contropiede seguente Ventura si invola verso la porta ospite, entra in area, ma il suo diagonale termina a lato. Poi non succede più nulla con la Sangiustese che tiene il pallino del gioco a centrocampo grazie al mix di qualità e quantità sfoderato da Pigini, Raparo e Scarsella. Applausi per tutti.

Nelle foto: Luca Pigini, Federico Fanti e Diego Allegretti.

***

SANGIUSTESE (4-5-1): Fanti 7 (33′ st Palmieri n.g.), Di Emma 6.5, Carboni 6.5, Pigini 6.5, Bordoni 6, De March 6, Ventura 7, Scarsella 6.5, Allegretti 6 (18′ st Bordi 6), Raparo 7, Lorini 6 (23′ st Marozzi 6). A disp.: Montanari, Pupino, Iovino, De Marco. All. Giudici.
LUCCHESE (4-3-3) : Pennesi 6, Petri 6, Michelotti 6 (17′ st Cheick 6), Mariotti 6, Venturelli 6.5, Vannucci 6.5, Michelini 6, Mocarelli 7, Taddeucci 7, Kras 7 (35′ st Moriconi n.g.), Belluomini 6 (25′ st Pera n.g.). A disp.: Berti, Bartoccini, Ferretti, Raffi. All. Favarin.
Arbitro: Buttarelli di Ciampino.
Reti: 42′ pt Taddeucci, 7′ st Ventura.
Note: spettatori 300 circa di cui una cinquantina d sostenitori arrivati da Lucca; angoli 7 a 4 per la Lucchese; nessun ammonito; recuperi 2 +4.

***

allegretti

IL POST PARTITA

Doveva dare l’annuncio dopo questa partita ma Tiziano Giudici ancora non ha deciso se restare alla Sangiustese o provare una nuova avventura visto l’interesse nei suoi confronti di altre società, San Marino su tutti, ma anche Foligno e Sambenedettese. “Non è sicuro che andrò via – dice il tecnico dei rossoblù -, sono legato alla Sangiustese fino al 30 giugno e con Antonio Pantanetti a vita. Tutti mi dicono che merito piazze più importanti ma se nel calcio contava solo il merito ora sarei già ad allenare in serie B. Io ho detto ad Antonio di voler andar via ma lui riesce a farti riflettere e mi aspetterà fino alla fine. In ogni caso io non voglio mettere i piedi su due staffe e sarò correttissimo: entro 10, massimo 15 giorni, prenderò la mia decisione”.  Resterà se la Sangiustese verrà rinforzata? “Rinforzata? E’ una battuta?”, risponde ironico Giudici, aggiungendo: “Di sicuro ora questa società ha un grande capitale perchè abbiamo valorizzato molti govani interessanti, in questo campionato gli under hanno giocato 15.000 minuti”.
Chi, tra questi, merita categorie superiori? “Fanti sicramente, ma anche Pigini è stato superlativo, lui è il fiore all’occhiello. Poi c’è sempre Polinesi, ci sono Allegretti, Marozzi, Ventura e Raparo per cui do merito a Pantanetti che mi ha consigliato di farlo giocare. Scarsella poi tornerà al Frosinone dopo aver disputato un otttimo campionato”.
Giudici poi lascia una dedica speciale: “E’ la festa della mamma e dedico questo campionato alla mamma di mia figlia, alla mia compagna Rosella che mi ha smepre dato forza nei momenti difficile”. Infine un’analisi su quest’ultima gara: “E’ stata una partita vera, qusti giovani hanno giocato con grande disciplina e qualità. E’ vero che anche la Lucchese ha giocato con le riserve ma sono sempre le riserve della squadra più forte del campionato. Si sono incontrati i vertici del campionato: da una parte noi, una piccola realtà con un budget di 200.000 euro, dall’altra una corazzata che rappresenta una grande città come Lucca”.
Giudici raccoglie  i complimenti del presidente Crescenzio Crescenzi: “E’ stata una stagione eccezionale e il nostro allenatore è stato bravissimo a far emergere il meglio da questo gruppo. Siamo riusciti a fare meglio dell’anno scorso nonostante un organico ridimensionato”. Programmi per l’anno prossimo? “Ci penserà Gesù Cristo”,
L’ultima parola al patron Pantanetti: “Giudici? Mi auguro che resti, ma accetteremo ogni sua decisione. Siamo alla finestra, aspettiamo degli aiuti e vediamo se uscirà fuori qualcosa di buono sperando anche di incassare cedendo alcuni de nostri bravissimi giovani”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X