Maceratese, mister Tartuferi
lancia l’allarme campo:
“Che invidia verso i colleghi della Vis”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

sangiustese_velox11

E’ stata la Fulgor Maceratese la copertina della scorsa puntata delle “Marche nel pallone”, la trasmissione sportiva diretta da Andrea Verdolini ed in onda tutte le domeniche alle ore 21 su TVRS. La società biancorossa ha approfittato dell’invito per propagandare il prossimo trofeo Velox, da anni un prestigioso appuntamento di fine stagione per le categorie Giovanissimi e Allievi (nella foto la Sangiustese vincitrice l’anno scorso). Tutor dell’evento il coordinatore del comitato organizzatore Massimo Clementoni, coadiuvato da Francesco Ansovini, Responsabile Tecnico dello staff. I due membri del club biancorosso hanno esplicato le modalità di svolgimento del torneo e le formalità di iscrizione, che ha come termine ultimo il 31 marzo. Insieme al “Nando Cleti”, altra fantastica manifestazione stracittadina, il Velox riscuote ogni anno i clamori di un pubblico sempre numeroso. Le finali dello scorso anno di entrambi i tornei hanno portato al campo dei Pini una media di 600 spettatori, segno di ‘un organizzazione quasi impeccabile ed una passione sfrenata per il calcio giovanile. Ma il rotocalco locale è stata anche un’opportunità per discutere del settore giovanile, grazie all’intervento del mister dei Giovanissimi provinciali Carlo Tartuferi. Il giovane tecnico biancorosso ha messo in luce i soliti problemi alle strutture, dove resta difficile fare calcio: “Sinceramente provo parecchia invidia verso i nostri colleghi della Vis Macerata, che fanno del campo dei Pini la loro casa. Tutte le loro squadre giocano lì, ogni weekend sembra una festa. Sarebbe bello poter fare anche noi la stessa cosa a Collevario, ma un campo d’erba praticamente chiuso da ottobre ad aprile e un antistadio in condizioni spregevoli non ci consentono di concretizzare questa idea”. Tartuferi ha anche sottolineato la passione e l’entusiasmo che mettono in campo ogni settimana i tecnici maceratesi, che finora stanno svolgendo un ottimo lavoro classifiche dei campionati a parte. Molti giovani infatti si stanno mettendo in luce, seppur non ancora comparsi in prima squadra. “Mi piace seguire anche le altre categorie oltre ai Giovanissimi, anche perché c’è una bella sintonia e stima tra colleghi e quello che mi salta gli occhi ogni volta sono ragazzi secondo me pronti per la prima squadra, che purtroppo non riescono ancora a trovare spazio. Nel mio piccolo, consiglio a questa gente di continuare ad allenarsi al massimo perché prima o poi l’occasione arriva”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X