Lube di scena a Latina
Sono vietati passi falsi

I biancorossi contro una squadra piena di ex, a partire da coach Medei
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

De-Giorgi-e-Vermiglio

di Andrea Busiello

Sfida importante quella che vedrà protagonista la Lube a Latina, domenica con inizio alle ore 18.00 al Palabianchini. I biancorossi arrivano a questo incontro dopo la sconfitta per 3-2 a Lubiana contro il Bled; una partita questa, che ricalca un pò la stagione in chiaroscuro dei cucinieri che danno la sensazione di giocare un buon volley per lunghi tratti e poi accusano dei clamorosi black out che alla fine giustificano sia questa sconfitta, ma più in generale il percorso come una sorta di “Montagna russa” che la Lube (nella foto coach De Giorgi a colloquio con Vermiglio) ha fatto fino ad oggi. La speranza dei tifosi è che la squadra riesca a giocare il più a lungo possibile su standard di livello ma fino ad oggi troppe pause hanno caratterizzato il gioco della Lube. Dicevamo, sfida a Latina. Un confronto delicato, che arriva in mezzo a due gare di assoluto valore come l’andata ed il ritorno di Champions (in programma mercoledì a Macerata) e che mette a disposizione punti utili per migliorare l’attuale quinto posto in classifica. E’ innegabile che la Lube deve cercare quanto meno di arrivare tra le prime quattro alla fine della regular season per poter disputare l’eventuale bella dei quarti di finale in casa, cosa non da poco conto questa. Latina è una compagine che annovera tra le proprie fila una valanga di ex, che avranno certo voglia di farsi vedere dinanzi ad un club blasonato come quello di Macerata. Tecnicamente parlando, coach Medei dovrebbe schierare Fabroni in diagonale con Giombini, Nikic e Vujevic (o Snippe) di mano con Geric e Spairani al centro. Libero, Giovi. La Lube, dal canto suo, potrebbe fare qualche turn over soprattutto in banda con il possibile inserimento di Swiderski per Cisolla, altrimenti per il resto dovrebbe essere confermata la diagonale Vermiglio-Omrcen, le bande Martino e Swiderski (o Cisolla), con al centro Podrascanin e Stankovic. Libero, Mirko Corsano. Sulla sponda cuciniera sembra scontato l’esordio da titolare dell’ultimo arrivato, ovvero Dragan Stankovic, serbo di indubbie qualità che all’esordio contro Forlì ha ben figurato. Insomma, Latina per ottenere la salvezza e la Lube per avvicinarsi al quarto posto forniscono ingredienti utili per dire che la posta in palio è senza dubbio ghiotta. Inizio alle ore 18.00. Macerata non può permettersi passi falsi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X