La Lube in Montenegro
per la vetta solitaria

Champions - A Budva biancorossi senza Corsano
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Matteo Martino

di Andrea Busiello

Lube che è pronta per la sfida di Champions di domani (giovedì) alle ore 18.00 a Buvda contro la formazione montenegrina. Il match, raccontato anche sulle frequenze marchigiane di Radio Cuore da Lorenzo Ottaviani, rappresenta la seconda giornata della massima competizione continentale. I biancorossi hanno vinto la prima sfida contro gli austriaci del Tirol mentre i montenegrini del Buvda hanno perso per 3-1 in casa dei belgi Noliko dopo aver vinto il primo parziale. Sotto l’aspetto tecnico biancorossi che partono nettamente favoriti ma sarà importante non sottovalutare gli avversari; coach De Giorgi potrebbe operare un pò di turn over ed allora in partenza è possibile vedere Vermiglio in diagonale con Bartoletti, Cisolla e Martino (nella foto) in banda con Lebl e Podrascanin al centro. Libero Smerilli con Corsano che è rimasto a lavorare a Macerata. Se la Lube riuscisse a vincere in Montenegro sarebbe in vetta da sola al raggruppamento dato che ieri i tirolesi dell’Insbruck hanno sconfitto con un perentorio 3-0 i belgi del Noliko. Prima del match di Champions parla Marko Podrascanin: “C’ho giocato diverse volte con la maglia del Vojvodina Novi Sad quando Serbia e Montenegro disputavano insieme un unico campionato nazionale. Fino a quattro-cinque anni fa quello di Budva era un campo caldissimo, con una tifoseria organizzata molto numerosa e chiassosa. Mi risulta invece che da quando il Montengero gioca un proprio campionato, l’attenzione dei tifosi verso la squadra sia un po’ scesa, anche se per domani, trattandosi del loro esordio assoluto in Coppa Campioni, e per lo più contro una squadra italiana, c’è da scommettere che ci sarà il pienone. Budva è una bellissima città sul mare, che vanta una grandissima tradizione nel volley. Anche nella loro formazione attuale giocano nomi che sono molto famosi dalle nostre parti: su tutti lo schiacciatore Boskan, campione olimpico a Sydney con la Yugoslavia e vincitore qualche anno fa proprio della Champions League con i francesi del Tours, e poi il centrale Stankovic, che è mio compagno di nazionale. Sulla carta la Lube Banca Marche è indubbiamente più forte, ma è anche vero che dovremo fare molta attenzione, credo che sarà determinante avere un buon approccio alla partita”.
CONOSCIAMO L’AVVERSARIO – Il Budvanska Riviera Budva è diventata un po’ a sorpresa campione nazionale 2009, grazie alla vittoria ottenuta in quattro gare nella serie di finale contro il più accreditato Podgorica, già vincitore dell’annuale edizione della Coppa di Montenegro. Per la società di Budva, vera culla del volley montenegrino, si tratta del primo scudetto da quando il piccolo Stato della ex Jugoslavia è diventato indipendente, staccandosi dalla Serbia. In precedenza aveva già ottenuto tre successi significativi come un campionato di Serbia-Montenegro (2001) e due coppe nazionali. E’ alla prima esperienza assoluta nella CEV Indesit Champions League ma non in una competizione europea visto che nel 2008 aveva già partecipato alla final four di Coppa CEV giocata a Roma, ottenendo il terzo posto, e nel 2009 era stata eliminata da Cuneo nei quarti di finale della stessa competizione. L’allenatore è Vesko Vukovic che in panchina ha come secondo l’italiano Alberto Raho. I giocatori più rappresentativi sono invece i martelli Boskan e Kovacevic, entrambi con anni di esperienza nel campionato italiano, oltre al giovane centrale Stankovic, che agli ultimi Europei disputati in Turchia ha giocato titolare in coppia con Marko Podrascanin.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X