“Nedved” Trillini,
la promessa della Rata

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Trillini-Maceratese1-232x300

Massimiliano Trillini

di Andrea Busiello

Maceratese che torna al lavoro con tanta serenità dopo il successo nel derby di sabato contro la Vis Macerata che ha regalato tre punti pesanti in classifica alla compagine di mister Alessandro Porro che ora si è attestata ad un passo dalla zona play off e domenica all’Helvia Recina si giocherà Maceratese-Fermana. Insomma, un’occasione importante per agguantare le primissime posizioni di classifica. Di ciò ne abbiamo discusso con Massimiliano Trillini, centrocampista classe ’92 della Maceratese che nonostante la sua giovane età sta figurando molto bene nel torneo d’Eccellenza regionale.

Trillini, che emozione è stata per lei segnare nella stracittadina contro la Vis Macerata?

“Grande perchè segnare contro una squadra della tua città è sempre qualcosa di particolare. Sono molto felice perchè è il mio primo goal in campionato e spero che ci siano altre reti, sopratutto che possano regalare punti preziosi alla Maceratese”.

L’idolo calcistico di Massimiliano Trillini qual è?

“Uno su tutti: Pavel Nedved. Sono cresciuto con lui come modello e mi ispiro al suo modo di giocare con le dovute proporzioni”.

Quali sono le aspettative del futuro nel calcio per lei?

“La speranza è quella di andare più avanti possibile visto che sono giovane e posso crescere ancora molto. Ovvio, che giocare tra i professionisti è un sogno che mi porto dietro sin da bambino e mi auguro di poterlo realizzare a breve”.

Passando invece all’aspetto tecnico dopo la vittoria sulla Vis Macerata avete guadagnato posizioni importanti. A questo punto i play off sono alla portata…

“Indubbiamente. La classifica migliora e questo ci fa piacere però dobbiamo continuare a giocare così perchè abbiamo trovato una buona quadratura della squadra e la via intrapresa è quella giusta”.

Domenica c’è Maceratese-Fermana: che partita sarà per voi?

“Importantissima perchè la Fermana ci precede e questa è l’occasione per far capire a chi sta davanti a noi che il nostro obiettivo è quello di centrare una delle prime cinque posizioni. Sarà una gara bella e avvincente ma mi auguro che a vincere sia la Maceratese”.

Un’ultima considerazione: data la giovane età sicuramente cerca di prendere spunto dai compagni di squadra più navigati. Chi le sta costantemente vicino a darle una mano per crescere?

“Un pò tutti. Da Figueroa che è mio compagno di reparto a Perrotta, Timoniere e Verazzo. Io vedo in loro figure di spessore e cerco di seguire sempre le loro indicazioni perchè so che per crescere loro sono dei punti di riferimento molto importanti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X