Civitanovese, la D passa
prima per la Sardegna

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

antonelli-e-jaconi

di Francesco Marinelli

Ora è ufficiale, la finale nazionale dei play-off categoria Eccellenza vedrà opposte la Civitanovese (nella foto patron Antonelli e mister Jaconi dopo il successo nella semifinale contro il Pallavicino) ed il Selargius (squadra cagliaritana). Nella semifinale di ritorno di ieri, il pareggio per 0 a 0 tra i sardi ed il Sulmona ha decretato la squadra che affronterà la compagine rosso-blu nell’ultimo atto. Si è svolto a Roma, nella sede federale nazionale, il sorteggio dal quale si doveva decidere quale tra le due squadre dovesse giocare la gara di andata in casa. La sorte ha deciso che la prima partita la giocheranno in casa i sardi del Selargius, ci si sta dunque preparando ora a Civitanova nell’organizzazione della spedizione dei rosso-blu. Con molta probabilità i ragazzi di mister Jaconi partiranno nella giornata di sabato, mentre tutta la tifoseria sta cercando di preparare questa lunga ma non proibitiva trasferta; d’altronde i tifosi civitanovesi hanno sempre dimostrato l’attaccamento ai colori di questa maglia, a costo di macinare chilometri (come nell’occasione della trasferta a Busseto di Parma). In città molte sono le voci e le iniziative a riguardo, chi in pullman, chi in aereo, in tantissimi si stanno preparando al prossimo week-end da trascorrere in terra di Sardegna. Sotto l’aspetto tecnico si possono analizzare le prospettive post-sorteggio in diversi modi; Jaconi ha più volte dichiarato di preferire ciò che la sorte gli ha assegnato, giocandosi la partita finale nel fortino del Polisportivo. D’altra parte giocare la partita in trasferta senza la difesa titolare, contro una squadra che ha dimostrato grande forza nelle partite della semifinale ed un ottimo attacco, potrebbe rappresentare un ostacolo in più. La squadra si sta preparando, continua regolarmente il programma settimanale, nulla sembra perturbare la serenità di un gruppo guidato al meglio dal proprio allenatore. Sarà questa un’ulteriore occasione per dimostrare il carattere e l’anima di questi giocatori; come per le partite precedenti si dovrà cercare il goal in trasferta. Non resta che l’ultimo passo, e poi sarà Serie D. Tutta la città seguirà con il fiato sospeso le notizie provenienti da Cagliari, anche da qui forte sarà il tifo, il vecchio cuore rosso-blu non vuol smettere di sognare, proprio ora.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X