Civitanovese, ottimo pari
Vis Macerata quasi salva

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

g1

di Andrea Busiello

Domenica chiave per Civitanovese (nella foto festante dopo il successo contro il Piano San Lazzaro) e Vis Macerata per sapere cosa riservava loro il futuro ed alla fine, al termine di 90′ di battaglia, sia a Busseto (per la Civitanovese) che a Filottrano, dove giocava la Vis, le cose sono andate bene. Anzi, davvero molto bene. Partiamo dai rossoblu’ che nel parmense sfidavano il Pallavicino per l’andata della semifinale degli spareggi nazionali che consentono la promozione in serie D. La compagine di mister Jaconi, sospinta da una vera e propria marea di tifosi rossoblu’ in Emilia, ha pareggiato 2-2 rimandando il discorso qualificazione al ritorno. Ma di certo è un risultato pesantissimo anche per come è maturato. In effetti Mignini e soci erano passati in vantaggio nella prima frazione di gioco con Cacciatori, ma hanno dovuto subire la rimonta della formazione del Pallavicino, che dapprima ha pareggiato e poi ha realizzato la rete del 2-1 nella ripresa. La Civitanovese non ha mollato ed è riuscita a pareggiare girando in questo modo la querelle qualificazione alla finale a domenica prossima, dove al Polisportivo di Civitanova Marche ci sarà di sicuro il pubblico delle grandi occasioni, con i rossoblu’ che partiranno con il grande vantaggio di poter sfruttare questo pesante 2-2 esterno. Nello spareggio per evitare la retrocessione, sempre in Eccellenza, la spunta 3-2 la Vis Macerata sulla Vigor Senigallia al termine di 90′ con una girandola di emozioni davvero incredibili. Il primo tempo si chiudeva sul 2-1 per Casoni e soci grazie alle reti di Liberti e Verazzo. Nella ripresa i vigori ci provavano in tutte le maniere e riuscivano ad impattare il 2-2 verso metà tempo prima di dover cedere le armi alla rete, seconda di giornata, di un Verazzo strepitoso. In effetti, proprio Gaetano Verazzo ci aveva dichiarato in un’intervista pubblicata su Cronache Maceratesi in settimana che sognava di realizzare la rete che poteva valere la salvezza. Addirittura non si è fermato, ed ha così gonfiato la rete per ben due volte. A fine partita giusta l’euforia in casa Vis Macerata ma il regolamento non dà la matematica certezza della salvezza anche se ora come ora la formazione di patron Moretti ha diverse chance di permanenza in Eccellenza. Perchè? Per far si che la formazione vissina sia salva si devono verificare una delle due ipotesi o anche entrambe. Ovvero: che la Civitanovese vada in serie D o che l’Elpidiense Cascinare trovi la salvezza nel confronto dei play out contro il Luco Canistro che vedrà l’andata disputarsi domenica prossima. Dunque per sapere con certezza se la Vis Macerata con il successo odierno ha centrato l’obiettivo stagionale si devono aspettare quantomeno due settimane, cioè il responso di Elpidiense-Luco Canistro. L’unico caso nel quale la Vis retrocederebbe in Promozione è se le due ipotesi sventagliate sopra non si verificano. Una cosa è certa: la truppa di mister Calcabrini ha fatto in pieno il suo dovere. Ora non resta che sperare e tifare Elpidiense e Civitanovese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X