Fei torna al Fontescodella:
Ai play off nulla è scontato

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

fei4

di Andrea Busiello

Il countdown è terminato. E’ l’ora di Lube-Sisley. Gara valevole per la prima sfida dei play off per ciò che concerne i quarti di finale. Palla in campo alle 20,30 in un giovedì dove il palasport Fontescodella si preannuncia gremito in ogni ordine di posto. Sul fronte Sisley non ci sono particolari problemi di natura fisica mentre per la Lube il dubbio è riferito alla condizioni dell’opposto Igor Omrcen, anche se alla fine il croato dovrebbe farcela per scendere in campo in questa prima sfida di una serie che si preannuncia ricca di pathos. In vista di questa gara abbiamo sentito la voce di un ex giocatore biancorosso come Alessandro Fei che a Macerata ha lasciato un pezzo del suo cuore.

Arrivare ottavi ed essere temuti dalle prime vi da maggior consapevolezza nei vostri mezzi, non crede?
“Per noi non cambia molto, non è questo fattore che può aumentare la fiducia che abbiamo in noi stessi. Piuttosto, come aveva sottolineato anche Papi dopo la vittoria con Cuneo, con l’accesso ai playoff ci siamo tolti un bel peso a livello di pressione, ora siamo più sereni, cercheremo di giocare questi playoff con tranquillità, sapendo che se vogliamo andare avanti dobbiamo ancora migliorare alcuni aspetti del nostro gioco”.

In vista di gara 1 che match si aspetta?
“Macerata è sicuramente una delle candidate alla vittoria finale, squadra preparata e forte in ogni reparto, noi ci proveremo e mi aspetto un match combattuto, intenso, con il classico clima che contraddistingue un playoff insomma. L’importante, da parte nostra, sarà viverlo senza eccessiva pressione e pensare esclusivamente a noi stessi, al nostro gioco e al modo di avere continuità nell’arco del match e dell’intera serie”.

Come arriva Treviso a questa gara fondamentale della stagione?
“Come detto sopra, con un pizzico di serenità in più ed un peso sullo stomaco in meno: seppure importante, sappiamo che non basta la vittoria su Cuneo per pensare di avere risolto tutti i problemi che hanno contraddistinto fin qui la nostra stagione, tuttavia in palestra stiamo lavorando sodo per migliorare i vari aspetti tecnici e prima o poi i frutti
di questo lavoro arriveranno”.

Francamente crede possibile che la Sisley possa eliminare la Lube?
“Penso che tutto sia possibile e che, se sulla carta la Lube è favorita per quanto ha dimostrato in regular season e per la regolarità di rendimento, nei playoff nulla si può dare per scontato. D’altra parte, nessuna squadra scende in campo convinta di aver perso prima ancora di averci provato”.

L’ultima domanda è sul palasport che la ospiterà. Credo che sarà molto emozionato nello scendere in campo…
“Questo è sicuro, Macerata è una piazza che è rimasta nei miei ricordi, in fondo è proprio lì che ho iniziato il mio percorso ad alto livello nella pallavolo e con la Lube ho alzato il primo trofeo della mia carriera. L’emozione all’inizio c’è sempre, poi si entrerà in clima playoff”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X