Vermiglio lancia la sfida:
“Ora battiamo Trento”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

valerio-vermiglio

di Andrea Busiello

La Lube torna da Perugia con la coda tra le gambe e la cosapevolezza di aver gettato alle ortiche due punti pesanti per classifica e morale. La squadra di De Giorgi a dire il vero non ha disputato una prestazione negativa in terra grifona ma al tirar delle somme è mancato quel pizzico in più che tramutasse quel 23-21 per la Lube nel 3′ set in conquista di set e match. Peccato perchè ora la Lube è al terzo posto e questa sarà di gran lunga una settimana molto calda perchè ci si avvicina al match contro Trento, attuale capolista, e che soprattutto riservò un trattamento non proprio ortodosso al clan maceratese all’andata. Insomma una di quelle settimane intense e da vivere con il fiato sospeso in attesa del big match. Noi abbiamo sentito il palleggiatore Valerio Vermiglio che come al solito si è dimostrato senza peli sulla lingua.

Vermiglio, che peccato il match di domenica. Avete perso una bella occasione…

“Direi che abbiamo gettato alle ortiche due punti e questo fa male perchè per come si era messo il match non potevamo nella maniera più assoluta non uscire con il 3-0 da Perugia. Questo ci deve servire da incoraggiamento che ogni partita termina solo alla fine e non dobbiamo mai mollare”.

Chi le ha fatto più impressione degli umbri?

“Credo che ieri su tutti c’è stato Stokr che ha giocato davvero alla grande ma anche Savani e Vujevic hanno fatto molto bene e mi hanno fatto un’ottima impressione. Loro sono una gran bella squadra capace di dare del filo da torcere a chiunque ma noi, ripeto, dovevamo vincere”.

Fra poco arriva la Coppa Italia. Quali sono le favorite?

“Credo Cuneo e Trento che stanno attraversando un momento importante ambedue ma noi siamo certi che se giochiamo con intensità, testa e forza siamo una corazzata. A volte manchiamo nell’aspetto mentale ed è proprio questo che dobbiamo limare al massimo ora perchè la Coppa Italia è imminente ed io la voglio portare a Macerata”.

Come al solito lei si dimostra caliente come non mai. Il pubblico di Macerata come lo giudica?

“Fantastico. Quando sono arrivato vedevo un pò di freddezza ma poi piano piano vedo che oltre al lavoro eccezionale dei ragazzi della curva, anche l’altra parte di palazzetto ci sostiene alla grande”.

Domenica arriva Trento, un match entusiasmante…

“Io ricordo bene il trattameno ricevuto in casa loro e perciò voglio a tutti i costi la vittoria. Anzi la testa di Trento. Si hai capito bene, la testa di Trento. Ci prepareremo a questo match con la consapevolezza che dobbiamo vincere per agguantarli e perchè nessuno di noi ha dimenticato il trattamento ricevuto da loro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X