L’arbitro Salvucci esordisce
in Eccellenza a 22 anni:
“Sogno il professionismo”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

ucci

Esordire come arbitro all’età di 22 anni nel campionato d’Eccellenza non è certamente cosa comune. Per dirla in parole migliori è merce rara di chi con il fischietto sulla bocca sa cosa farci e ha tutte le carte in regola per sfondare in questo difficile mestiere. Stiamo parlando del maceratese Paolo Salvucci che nella giornata di ieri ha esordito nel match tra Biagio Nazzaro-Cagliese distinguendosi in positivo per il suo operato. Noi lo abbiamo ascoltato per sentire la sua emozione e le prospettive che si pone dopo aver superato brillantemente questo esordio nel massimo campionato regionale.

Salvucci, quale emozione ha provato nell’esordire in Eccellenza?

“E’ stata un’emozione bella che racchiude in se anni di sacrifici fatti con lo scopo di arrivare il più in alto possibile. Quello di oggi spero che possa essere un punto di partenza verso lidi ancor più prestigiosi. Il mio sogno sarebbe quello di sfondare nel professionismo”.

Per arrivare così in alto Salvucci dovrà fare ancora molti sacrifici…

“Certo, come in tutte le cose i sacrifici fanno la differenza e ti portano dove vuoi. Ho la consapevolezza di dovermi allenare sempre di più e sempre con maggiore convinzione per migliorare me stesso”.

Si è trovato in difficoltà nel dirigere una partita di questo campionato?

“Diciamo che rispetto alla Promozione il livello tecnico è certamente superiore e perciò la velocità di gioco rimane sempre diversa e maggiore ma nel complesso devo ammettere di essermi trovato a mio agio”.

Insomma, bisogna stare con i piedi per terra…

“So bene che la fortuna può giocare un ruolo importante come altre milioni di circostanze per cui io mi godo questo bel momento che per me è un bellissimo regalo di Natale e sono ben piantato con i piedi in terra”.

Andrea Busiello



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X