Stacca pezzo d’orecchio a un 27enne,
a giudizio per deturpazione del volto
«Si stava difendendo da un’aggressione»

SAN SEVERINO - Un 21enne imputato davanti al gup del tribunale di Macerata. La difesa: «Non si capisce come si possa pensare volesse arrecare uno sfregio permanente». A sua volta, in un distinto processo, è sotto accusa anche la vittima: avrebbe aggredito il giovane con una catena e danneggiato la minicar del padre
- caricamento letture
tribunale-macerata-archivio-arkiv

Il tribunale di Macerata

 

di Gianluca Ginella

Avrebbe staccato con un morso parte dell’orecchio di un altro ragazzo, rinviato a giudizio un 21enne di San Severino, accusato di deformazione dell’aspetto della persona per lesioni permanenti al viso (reato introdotto con il Codice rosso). I fatti erano avvenuti in una notte piuttosto movimentate che vede la vittima di quel morso sotto accusa, in un altro processo al tribunale di Macerata, per lesioni personali e danneggiamento. I fatti risalgono al 12 agosto del 2020 ed erano avvenuti a San Severino.

rossi-paolo

L’avvocato Paolo Rossi

Il 21enne, secondo l’accusa, avrebbe morso l’orecchio sinistro di un altro ragazzo, un 27enne, mentre si trovavano nella zona della stazione di San Severino. Secondo la difesa del 21enne, assistito dall’avvocato Paolo Rossi, le cose sarebbero maturate da una aggressione portata dal 27enne «lo aveva aggredito con una catena, gliela stava stringendo la collo e lui ha reagito, per difesa, mordendogli l’orecchio. Con il morso l’altro si è mosso e si è strappato un pezzo di elice, la parte esterna dell’orecchio». Oggi il 27enne si è costituito parte civile nel corso dell’udienza preliminare davanti al gup Claudio Bonifazi del tribunale di Macerata. Ad assisterlo gli avvocati Marco Massei e Gabriele Pacini.

Il 21enne è stato rinviato a giudizio e il processo si aprirà nel febbraio del 2024.

marco-massei

L’avvocato Marco Massei

«Gli viene contestato un reato dove si rischiano otto anni, la deturpazione del volto, mi chiedo come si possa pensare che volesse arrecare uno sfregio permanente se si stava difendendo» dice l’avvocato Rossi.

A sua volta il 27enne è imputato al tribunale di Macerata per i fatti avvenuti quella notte. A lui l’accusa contesta di avere aggredito il 21enne, colpendolo con una catena sul collo e alla schiena. Inoltre deve rispondere di danneggiamento. Sempre secondo l’accusa avrebbe danneggiato il parabrezza, il cofano, il paraurti anteriore di una Minicar del padre del 21enne (che quella sera stava utilizzando il giovane). Inoltre con la sua auto il 27enne sarebbe andato contro il cancello della casa dei nonni del 21enne.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X