facebook twitter rss

Una ricetta per il patrono,
l’alberghiero si mangia il “cappello”

CINGOLI - L'istituto Varnelli ha preparato un dolce speciale in occasione del giorno di Sant'Esuperanzio. Scuola aperta ai nuovi alunni per le prossime due domeniche
martedì 24 Gennaio 2017 - Ore 09:42 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

I ragazzi del quinto anno che hanno preparato i “Cappelli di Sant’Esuperanzio”

 

Un dolce per il patrono. L’istituto alberghiero Varnelli di Cingoli, in occasione dei festeggiamenti del 24 gennaio per Sant’Esuperanzio, protettore del Balcone delle Marche, ha preparato una squisita ricetta da donare al comitato che si occuperà delle celebrazioni di martedì. Il dolce, preparato con ingredienti tipici della tradizione cingolana, è stato ideato dalla classe del quinto anno guidata dal professor Oscar Piccinini ed è stato intitolato “Cappelli di Sant’Esuperanzio”.

Un’iniziativa che fa parte delle tante esperienze pratiche proposte dai corsi dell’alberghiero, che aprirà le sue porte domenica 29 e domenica 5 febbraio alle 15. Pasticceri e professionisti dell’accoglienza saranno a disposizione per dimostrazioni sui fornelli e gli alunni in visita prepareranno il caffè per i genitori assistiti dai barman della scuola. Le famiglie più fortunate potranno vincere un pranzo al ristorante didattico dell’istituto con degustazione di un menu tipico. Il 5 saranno gli adulti del corso serale a lavorare il cioccolato in pasticceria con una lezione a tema “Cioco mania” ed in sala degustazione si potranno assaggiare i mini tacos messicani.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X