Seimila tonnellate di rifiuti da Ancona,
Pettinari dice no

AMBIENTE - Regione e Cosmari avevano dato il nulla osta per lo smaltimento dell'umido proveniente dal capoluogo di regione nell’impianto di Piane di Chienti. Il presidente della Provincia si è opposto: "Si tratterebbe di aggravare una situazione di disagio che già la popolazione vive"
- caricamento letture
Antonio Pettinari, presidente della Provincia di Macerata

Antonio Pettinari, presidente della Provincia di Macerata

 

C’era l’ok della Regione e del Cosmari ma il presidente della Provincia Antonio Pettinari ha detto no alle 6mila tonnellate di umido che la provincia di Ancona aveva chiesto di smaltire nell’impianto Cosmari di Piane di Chienti. «C’è sempre l’intenzione di collaborare – dice Pettinari – ma in questo caso ho dovuto dire di no». L’impianto è autorizzato a lavorare fino a 70mila tonnellate di umido all’anno e al momento gestisce le circa 55mila tonnellate che provengono dalla raccolta nella provincia di Macerata. Il problema però sono i cattivi odori con cui convivono, soprattutto nel periodo estivo, gli abitanti elle frazioni di Sforzacosta, Passo del Bidollo, Casette Verdini e Stazione di Pollenza. «Già quest’estate – dice Pettinari – la provincia di Ancona aveva avanzato la richiesta, reiterata ai primi di settembre, di conferire nell’impianto del Cosmari 6mila tonnellate di umido, da ottobre a dicembre. La competenza in questo caso è la mia, perché si tratta di un accordo interprovinciale. C’era già l’ok della Regione e del Cosmari ma ho dovuto fare una valutazione diversa». Pettinari ha ascoltato il dissenso dei sindaci dei cinque comuni coinvolti (Macerata, Tolentino, Pollenza, Urbisaglia e Corridonia) e oggi ha negato l’autorizzazione ad accogliere i rifiuti di Ancona. «Si tratterebbe – dice – di aggravare una situazione di disagio che già la popolazione vive. Certo, i cattivi odori sono diminuiti rispetto al passato, quando si sentivano fino a Macerata, ma anche se minori i disagi restano». Al momento non ci sono richieste da altre province per portare nel Maceratese rifiuti.

(Fe. Nar.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X