Basket B2, la Naturino batte la Stamura
e centra i playoff: affronterà
la capolista Padova

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

coach-cervellini1

Naturino/Sapore di Mare – Stamura Ancona 87-69
(22-15, 40-36, 61-57)

Naturino/Sapore di Mare: Diener 18, Polidori 14, Sacripante 2, Berdini 8, Corradetti, Buongarzone, Paleari 19, Serroni 7, Sanlorenzo 19, Piloni. All.Cervellini

Stamura Ancona: Monticelli 17, Andreani, Ottocento 8, Baldoni 5, Barantani 17, Romagnoli 17, Oprandi, Pozzetti 5, Giorgini e Chiorri n.e. All.Paolasini

La Naturino/Sapore di Mare vince il derby,vince contro una signora squadra che ha lottato fino alla fine,vince contro la sfortuna e la sorte che non l’aveva mai vista entrare nelle migliori otto del girone da quando partecipa al campionato di serie B e finalmente centra i playoff. Si può iniziare a festeggiare quindi in un Palarisorgimento finalmente gremito di tifosi civitanovesi orgogliosi dei propri beniamini. In una giornata di festa però non bisogna scordarsi degli avversari che si sono dimostrati squadra grintosa e di tutto rispetto e che magari meritava anch’essa una “card” per i playoff.
Passiamo ora alla cronaca della partita. Solito quintetto per coach Cervellini (nella foto mentre festeggia) con Diener, Paleari, Corradetti, Polidori e Berdini mentre Paolasini si affida a Baldoni, Ottocento, Andreani, Romagnoli e Barantani. È subito la formazione di coach Cervellini a partire forte con un 9-5 nei primi 4 minuti, che fa capire subito ai dorici come sarà la partita, con 5 punti a testa di Barantani e Paleari. All’8° la schiacciata in tap-in di Paleari e la successiva palla persa di Ancona costringono il coach ospite al time-out (18-11). Il quarto si conclude con il punteggio di 22-15 con gli aquilotti che si aggrappano alle individualità di Paleari e di capitan Polidori ben coadiuvati dagli altri. Nel secondo quarto c’è la reazione anconetana frutto dalla difesa a zona 2-3 ordinata da Paolasini e dai troppi falli sprecati dai virtussini che mandano in lunetta Romagnoli e Monticelli per punti facile che permettono agli ospiti di rientrare in partita. Per i civitanovesi, invece, ci pensa Sanlorenzo e il solito Paleari a portare a riposo i suoi con il punteggio di 40-36. Al rientro in campo i ragazzi di Cervellini si sono fatti trovare impreparati con Ancona che piazza un 5-0 frutto della bomba di Monticelli e del canestro di Romagnoli (40-41). La reazione però non si fa aspettare e ancora Sanlorenzo e Paleari portano i suoi compagni sul 47-44 con la notizia negativa che il lungo emiliano è gravato di 4 falli. Al 24’ bomba di Diener a cui risponde dall’altra parte Barantani (50-47). Il quarto termina con il punteggio di 61-54 con Barantani e la coppia Sanlorenzo-Diener sugli scudi. Nell’ultima frazione i padroni di casa partono bene con Diener che fa bene sia in attacco sia in difesa dove recupera alcune palle importanti. Al 34’ la schiacciata di Paleari in contropiede sancisce il 69-60 ma qui Ottocento fa un piccolo break che riporta i suoi per l’ultima volta a contatto con i civitanovesi (69-68) al 35 che costringe Cervellini all’ultimo time out. Da qui in poi è solo Virtus con la bomba di Serroni che chiude i conti sul +14 mentre il risultato finale viene fissato sul 87-69 dalla bomba di Sanlorenzo. Da qui inizia la grande serata virtussina con giocatori e dirigenti che festeggiano sia in campo sia nei corridoi del Palarisorgimento per il traguardo dei play off. Ora agli aquilotti aspettano i playoff contro Padova, prima in classifica e vera dominatrice del campionato. Chissà che i ragazzi di coach Cervellini non saranno in grado di dare un’altra soddisfazione alla società e ad i suoi tifosi!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X