Monopoli lancia la Lube in Champions:
“Vogliamo rimanere soli in testa”

VOLLEY - I biancorossi mercoledì alle 18.30 in campo in casa del Fenerbache dell'amato ex Ivan Miljkovic. Il popolare palleggiatore "Nat" presenta la sfida
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
monopoli

Il palleggiatore della Lube Natale Monopoli

La Lube Banca Marche torna sul palcoscenico europeo dopo la bellissima vittoria in campionato con Cuneo. Domani (mercoledì) alle 18.30 italiane capitan Omrcen e compagni scenderanno in campo a Istanbul, per affrontare il Fenerbahce del grande ex Ivan Miljkovic nella seconda giornata di Main Phase della CEV Volleyball Champions League. Dopo l’esordio vincente di giovedì scorso contro i russi del Novosibirsk, per i biancorossi si tratta di un altro esame molto importante in chiave qualificazione, dato che di fronte avranno la squadra con cui attualmente condividono il primato nella classifica del Pool E. La Lube Banca Marche, partita al completo questa mattina, atterrerà in Turchia nel primo pomeriggio odierno e questa sera effettuerà una seduta di allenamento tecnico nel nuovissimo “Burhan Felek Voleybol Salonu”, l’impianto da 7 mila spettatori dove si giocherà la partita.

PARLA NATALE MONOPOLI – Il palleggiatore veneto, alla sesta stagione in maglia biancorossa, è l’unico giocatore dell’attuale rosa della Lube Banca Marche ad aver giocato a Macerata insieme a Ivan Miljkovic (dal 2005 al 2007). E Monopoli individua proprio nell’opposto serbo il pericolo numero uno per questa sfida con il Fenerbahce. “Ivan lo conosciamo tutti – dice Nat – è uno dei giocatori più forti al mondo, capace in ogni momento di girare la partita in favore dei suoi. Per noi sarà dunque fondamentale riuscire prima di tutto ad arginare la sua esplosività in attacco e in battuta, anche se non dimentichiamoci che quella turca è una formazione che ha in rosa pure altri atleti di altissimo spessore tecnico. Dico anche Leo Marshall ed il croato Coskovic, oltre ai vari nazionali turchi, partendo dal palleggiatore Eksi. Si tratta insomma di un altro osso duro da superare, proprio come lo è stato la settimana scorsa il Novosibirsk. Questa partita, però, a mio giudizio vale ancora di più di quella vinta giovedì, perché la giocheremo in trasferta, sul campo della squadra con cui al momento condividiamo il primo posto nel girone. Vincere sarà dunque fondamentale, perché ci consentirebbe di rimanere da soli in testa, con la possibilità di mettere la qualificazione in cassaforte già nelle due successive giornate, quando giocheremo sia in casa che fuori con Innsbruck, che sulla carta, ma sottolineo soltanto sulla carta è una squadra inferiore a noi. Massima determinazione in questa sfida dunque, stiamo attraversando un ottimo momento, le sei vittorie consecutive ottenute in questo avvio di stagione ci stanno regalando delle sicurezze che vogliamo continuare ad alimentare anche ad Istanbul. I mezzi per guadagnarci un altro risultato importante li abbiamo sicuramente”.

GLI ARBITRI – Fenerbahce Istanbul – Lube Banca Marche sarà arbitrata dal francese Patrick Deregnaucourt e dall’olandese Frans Loderus, una delle coppie di fischietti più accreditata a livello continentale.

SCOPRIAMO IL FENERBAHCE – Il Fenerbahce Istanbul rappresenta la più importante e ricca polisportiva della Turchia, con milioni di tifosi in tutto il mondo e squadre che si cimentano annualmente in numerose discipline. Nella pallavolo il Fenerbahce è però regolarmente protagonista solo dal 1976, dopo quasi cinquant’anni in cui il volley si era vestito a strisce verticali giallo-nere (la tipica maglia del club) soltanto ad intermittenza (1927-1935, 1941, 1946-1947, 1952-1971). La sezione pallavolistica della polisportiva ha investito nel volley soprattutto negli ultimi anni, garantendosi la presenza in rosa di diversi giocatori stranieri che sono stati per tanti anni protagonisti anche nella nostra serie A1. Non a caso i tre scudetti che figurano in bacheca (insieme ai nove titoli della Istanbul League, il campionato che fino ai primi anni ’90 vedeva protagoniste le sole squadre di Istanbul), sono arrivati negli ultimi quattro anni (ben sei le finali giocate dal 2004 ad oggi). Nel 2008, anno in cui il Fenerbahce ha vinto anche la sua unica coppa di Turchia, e nel 2010, quando in squadra figuravano il croato Cosckovic e l’eterno martello serbo Vladi Grbic. Poi nella passata stagione, quasi a sorpresa visto che nonostante la presenza in rosa di numerosi giocatori della nazionale turca (su tutti il palleggiatore Eksi, capitano della squadra sin dal 2005) e di stranieri fortissimi quali Ivan Miljkovic, Leo Marshall, Andrija Geric e lo stesso Coskovic, dopo la vittoria della Supercoppa ad inizio stagione, erano arrivate le delusioni relative all’eliminazione dalla Champions League nel girone eliminatorio (nel Pool c’erano la Sisley, la Dinamo Mosca ed i francesi del Tours), la sconfitta al tie break con l’Arkas Izmir nella finale della Coppa di Turchia, ed il quinto posto nella Regular Season del campionato. Decisivo per la svolta che ha portato alla vittoria del terzo titolo è stato l’arrivo del tecnico argentino Daniel Castellani (ex ct della Polonia campione d’Europa) a stagione iniziata: in finale il Fenerbache ha superato proprio l’Arkas Izmir, avversario della Lube Banca Marche nella scorsa finale della Challenge Cup, con un 3-1 nella serie. E Castellani, così come Marshall, Coskovic ed il grande ex della partita Ivan Miljkovic, che a Macerata ha giocato per ben sette anni vincendo tutto quello che si poteva vincere, rappresentano i punti di forza anche della squadra attuale, che ha iniziato la stagione alla grande aggiudicandosi qualche settimana fa a Supercoppa nazionale battendo l’Arkas Izmir con un netto 3-0.
Il Fenerbahce partecipa per la quarta volta alla massima competizione continentale per club, nella quale il miglior risultato raggiunto resta finora il raggiungimento degli ottavi di finale centrato nell’edizione 2008/2009: i turchi vennero eliminati proprio dalla Lube Banca Marche, che dopo aver vinto l’andata con un netto 3-0, conquistarono la qualificazione vincendo il primo parziale nella sfida di ritorno, poi persa al tie break.

QUINTA VOLTA CONTRO UNA TURCA – E’ la quinta volta che la Lube Banca Marche affronta una squadra turca in Europa. L’ultimo precedente risale appena al marzo scorso, quando i biancorossi batterono l’Arkas Izmir nel doppio confronto di finale che regalò alla squadra maceratese la challenge Cup, l’unico trofeo continentale che ancora mancava nella prestigiosissima bacheca cuciniera. La prima volta fu invece contro l’Arcelik Istanbul, nella Main Phase della Champions League 2001/2002: i biancorossi, sconfitti al tie break nell’andata in Turchia, si riscattarono nel ritorno vincendo 3-0. Successivamente, nella stagione 2004/2005 avversaria dei maceratesi fu invece l’Halkbank di Ankara, nei quarti di finale della coppa Cev: la Lube si impose sia all’andata che al ritorno (3-1 all’andata in Turchia, 3-0 a Macerata), con Andrija Geric che nella seconda partita mise a segno ben 9 ace. Dell’altro precedente con il Fenerbahce è già stato detto sopra: CEV Champions League 2008/2009, negli ottavi di finale la squadra allora allenata da Fefè De Giorgi eliminò proprio il Fenerbache Istanbul negli ottavi di finale: vittoria per 3-0 nella gara di andata al Fontescodella, sconfitta al tie break nella sfida di ritorno nella quale, comunque, i biancorossi si rilassarono dopo aver conquistato subito la qualificazione, aggiudicandosi il primo set.

DIRETTA TV, RADIO E INTERNET – La gara di domani tra Fenerbahce Istanbul e Lube Banca Marche verrà trasmessa in diretta televisiva a partire dalle 18.30 italiane Sport Italia 2 (canale 226 del pacchetto Sky e canale 61 del digitale terrestre). Sempre allo stesso orario, diretta radiofonica invece, su Radio Cuore Marche, disponibile anche in streaming nella sezione Radiocronaca Live di Lubevolley.it. Le immagini della partita, infine, verranno trasmesse in diretta integrale anche sul sito www.laola1.tv.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X