facebook twitter rss

Maxi sequestro di hashish,
225 chili trovati in un seminterrato:
quattro persone in manette

I CARABINIERI hanno rinvenuto la droga a Montegranaro. Smantellata una organizzazione criminale che aveva sede a Monte San Giusto. Arrestato un giovane che vive nel comune fermano e che era custode dello stupefacente, e tre marocchini. Uno di loro fermato a Montecosaro mentre era in procinto di iniziare il giro delle consegne
sabato 14 aprile 2018 - Ore 12:05 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

La droga sequestrata

 

di Gianluca Ginella

Sette trolley e due borsoni: dentro 225 chili di hashish destinati principalmente allo spaccio nel Fermano e nel Maceratese. Quattro persone finite in manette nel corso di una operazione nata nel novembre del 2017 e condotta dal Reparto operativo e dal Nucleo operativo di Macerata e coordinata dalla procura di Macerata. La droga era nascosta in un locale seminterrato, a Montegranaro. Lì ieri sono arrivati i carabinieri del comando provinciale di Macerata, diretto dal colonnello Michele Roberti, e hanno dato il via ad una perquisizione con il supporto dei militari del posto.

L’uscita degli arrestati

Non un blitz fatto per caso ma figlio di una indagine che era cominciata nel novembre del 2017 e connesso ad altri arresti che c’erano stati lo scorso febbraio e marzo. Le indagini dei carabinieri del Reparto operativo (diretto dal colonnello Walter Fava) e quelli del Nucleo operativo (comandato dal tenente Angelo Cimmarrusti) sono consistite in servizi di osservazione, di pedinamento e anche di attività tecniche che hanno portato a mettere insieme i pezzi per smantellare un sodalizio criminale che aveva sede a Monte San Giusto e che si occupava dello spaccio di ingenti quantitativi di droga, in particolare in provincia di Macerata e a Fermo. Ieri i carabinieri hanno chiuso il cerchio con la perquisizione a casa di un giovane di Montegranaro che, stando alle indagini, era il custode della droga per il gruppo. I militari sono entrati in un seminterrato che è annesso alla ex fabbrica della famiglia, che aveva un calzaturificio. Nel corso della perquisizione di ieri i carabinieri sono scesi in un locale seminterrato che era adibito al deposito di merci.

Il colonnello Michele Roberti

Dentro i militari hanno trovato i 225 chili di droga. Erano sistemati all’interno dei 7 trolley, di due borsoni e in uno scatolone. Il giovane custode è stato arrestato (per lui procederà il Tribunale di Fermo). In manette sono finiti anche tre marocchini. Uno di loro fermato a Montecosaro mentre era in auto e pronto a fare il giro delle consegne della droga. Le indagini sono connesse agli arresti conseguiti il 21 febbraio e il 21 marzo scorsi, tra Monte San Giusto, Montegranaro e Morrovalle, con il sequestro di 2 chili di hashish e l’arresto di 4 persone: due italiani, un marocchino e un albanese.

Un’operazione importante quella condotta dai carabinieri che è anche frutto dell’intensificarsi dei servizi di controllo del territorio e di una attività investigativa che è ancora in atto. Un sequestro di droga di una portata tale che si registra per la prima volta in provincia e nei dintorni. Droga che seguiva la rotta: Nord Africa, Spagna, Italia, passando per Ventimiglia e Milano. Poi veniva spacciata in provincia e a Fermo. Parte era destinata a Nord e Centro Italia. Sempre secondo le indagini il gruppo effettuava principalmente vendite da, tra virgolette, grossisti dello spaccio e l’hashish veniva venduto a 1.500 euro al chilo.

(Servizio aggiornato alle 14)

Il colonnello Walter Fava (con la giacca beige) insieme ai militari del Reparto operativo

 

Operazione antidroga, maxi sequestro di hashish

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X