Apm, Cosmari e Macerata cultura
sotto la lente del Consiglio
La maggioranza solleva perplessità

APPROVATE le delibere sul consuntivo delle partecipate, gli indirizzi per le nomine dei presidenti e alcune variazioni di bilancio. Atti dovuti e perlopiù ereditati dalla scorsa amministrazione, il centrosinistra infatti vota sì a tutto. Claudio Carbonari (Lega) prospetta una «ridefinizione dei compiti dell’Apm con la scelta di un management figlio del nuovo Cda». Critico anche Pierfrancesco Castiglioni (FdI): «Se aumenta la Tari, serviranno servizi più efficienti»