Oncologia Macerata,
il dono della Giessegi:
un macchinario da 250mila euro

SANITA’ – Si tratta di un analizzatore di biologia molecolare, unico nelle Marche e tra i pochi in Italia. Sarà attivo da aprile: eviterà il trattamento chemioterapico in molti casi di tumore alla mammella. Il primario Battelli: «Questo è il meglio che si poteva avere». Ceriscioli e Carancini insieme: «Avanti con l’ospedale unico». Inaugurati anche il nuovo Mammografo e il Tavolo Stereotassico a Radiologia