“La realtà è diventata favola”:
il Parco Magico ha aperto le porte
Incontro live per la task force di quartiere

“La realtà è diventata favola”:
il Parco Magico ha aperto le porte
Incontro live per la task force di quartiere

0

TOLENTINO – Taglio del nastro per l’installazione permanente realizzata con la collaborazione volontaria dei residenti

parco-magico-volontari

Il Parco Magico ha aperto nei giorni scorsi le sue porte fatate ai visitatori e alle visitatrici. Bambini e bambine insieme alle famiglie o alle scuole potranno finalmente divertirsi all’interno dei percorsi educativi realizzati grazie al contributo dei cittadini residenti. Si potranno vedere case di piccoli folletti e di splendide fate, pietre stregate immerse nella magia dell’aria di collina.

L’ideatrice Chiara Ramo racconta l’esperienza della realizzazione del parco: «Tutti si chiedono cos’è la magia. Per noi è stato vedere persone con vite diverse, storie diverse e professioni diverse unite in un unico scopo: veder sorridere i bambini e i loro genitori. Da un’idea lanciata da me a Giuliano dopo l’installazione delle fontane gentilmente offerte da Giovanni Raponi, abbiamo subito iniziato a parlarne per vedere se c’era la volontà di venirci in aiuto. Il nostro grande stupore è stato vedere che ognuno nel suo piccolo ha fatto qualcosa di eccezionale. Mettendo a disposizione le proprie competenze in maniera del tutto gratuita, abbiamo capito cosa avevamo realmente creato solo il giorno prima dell’inaugurazione, quando abbiamo messo insieme tutti i pezzi che ognuno ha fatto a casa sua. La cosa più bella di tutto ciò, è che non ci siamo mai incontrati tutti insieme, lo abbiamo fatto solo il giorno dell’inaugurazione. Questo ci lascia pensare che è proprio nei momenti più bui che si riesce a tirar fuori il coraggio e la creatività per creare qualcosa di buono e valido che, forse, non sarebbe nato in condizioni di normalità. La realtà è diventata favola, proprio come dice lo slogan del Parco Magico”.

parco-magico-2

Parco Magico

Con questa iniziativa si intende rappresentare una città miniatura, in modo che i bambini e le bambine possano familiarizzare con gli ambienti quotidiani, tra cui scuola, lavoro, arte, cultura, svago e medicina. Vengono infatti riproposti in forma fiabesca: gli antichi mestieri, come quelli del calzolaio e del sarto; i centri culturali, come la scuola, il teatro e le professioni ad esso connesse come quella del musicista; l’amore per il territorio, come la protezione dei raccolti, della vegetazione e degli animali; il folklore, come quello all’interno delle osterie; gli ospedali e la medicina, per familiarizzare con ambienti, persone e mestieri che si occupano di curare malattie.
Soprattutto in questo momento di emergenza, è importante raccontare come è possibile prendersi cura gli uni degli altri, ciascuno con le proprie capacità. Il gruppo ha voluto metterlo in pratica per mostrarlo ai bambini e alle bambine e contemporaneamente per fornire a genitori ed insegnanti un ambiente divertente immerso nel verde in cui è possibile insegnare, passeggiare e giocare in totale sicurezza.

Sono stati inseriti anche dei piccoli esperimenti interattivi: nella casa del folletto musicista è disponibile un QR code. Se scansionato con il cellulare, riproduce un cartone animato su Youtube in cui viene raccontata la divertente storia di un orso che suona l’handpan.

volontari-del-parco-magico

Alcuni volontari e volontarie

L’istallazione permanente è stata interamente realizzata grazie al contributo dei cittadini residenti, che tuttora si impegnano operativamente nella manutenzione. È un’iniziativa volontaria, realizzata su idea del Consiglio di quartiere Viale Vittorio Veneto e Trento e Trieste con l’aiuto delle persone che vivono nella zona. Cittadini, insegnanti e imprese del quartiere si sono impegnati nelle attività in cui riescono meglio. Sulle casette realizzate dal capomastro di quartiere, insegnanti di asilo nido hanno scritto uno splendido racconto, professoresse d’arte e decoratrici hanno rifinito l’estetica dell’installazione, esperti in comunicazione hanno coinvolto l’estro creativo dei residenti creando un percorso divertente e interattivo, infine esperti di giardinaggio e movimento terra hanno realizzato l’infrastruttura.

Elenco delle persone che hanno partecipato alla realizzazione del Parco Magico:
Realizzazione installazione: Giuliano Ciccioli, Elia Cesolari, Fabiano Gobbi (Gobbi Tappezzerie), Domenico Saccocci, Vittorio Eleonori, Ivana Pascucci
Decorazione case: Valentina Parrucci (Creativamente), Rossella Sclavi, Gabriella Giustolisi, Barbara Morè, Anna Benigni, Nathalie Pallotti, Antonella Baldoni
Comunicazione social, grafica e coordinamento: Chiara Ramo
Disegni dei personaggiI: Linda Sacchi e tutti i volontari dei social network
Storia: Silvia Passarini e Giamaica Muscolini (insegnanti Asilo Nido Il Villaggio dei Folletti)
Recinzione concessa dal Comune di Tolentino.

parco-magico-inaugurazione

https://www.cronachemaceratesi.it/junior/2021/05/05/nasce-il-parco-magico-un-intero-quartiere-si-mobilita-per-far-vivere-una-favola/58856/



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.