«La nostra vita da celiaci,
bar e ristoranti si stanno attrezzando
ma c’è da migliorare»

0

REPORTER JUNIOR – Le testimonianze di Ambra Accattoli, 16 anni, Alice Cittadini, 18 anni e Matteo Fratini 19 anni, tutti e tre di Montefano, sulla convivenza con questo disturbo

celiachiadi Aurora Accattoli*

La domanda comune che circola nelle famiglie di persone celiache è “perché la maggior parte dei bar non dispone di alimenti senza glutine?”.

Intanto iniziamo con lo spiegare cosa è la celiachia. Non è altro che un’intolleranza permanente al glutine, cioè un complesso proteico presente in alcuni cereali (es. orzo, segale, frumento, farro, etc.) che a contatto con l’acqua inizia un processo che attribuisce proprietà elastiche all’impasto. L’ingestione di questa sostanza da parte di individui intolleranti al glutine provoca seri danni all’intestino. Ma soprattutto la celiachia non curata provoca danni altrettanto seri. L’unico modo, per un celiaco, di condurre una vita sana è seguire una dieta priva di alimenti contenenti glutine.

Come fa Ambra Accattoli, 16 anni, di Montefano che ha scoperto di essere celiaca da un anno e sette mesi.
Come ha scoperto di essere celiaca?
«Per un periodo di tempo ho avuto mal di testa e mal di pancia frequenti, così il mio dottore mi ha fatto fare varie analisi, tra cui quella per la celiachia, e visto che dei parametri sono risultati “borderline” abbiamo approfondito la cosa andando al Salesi, più precisamente al centro celiaci dal dottor Catassi. Facendo per ben due volte nel corso di due anni la biopsia».

E’ semplice trovare in giro cibo senza glutine ?
«Solo se si va nei posti appositamente senza glutine. Quando vado in giro non è molto semplice anche perché molte persone dicono che non ti possono garantire che non ci sia contaminazione. I bar il più delle volte non offrono quasi niente, penso che il minimo sia tenere dei prodotti già confezionati ma purtroppo non è così.»

Pensi siano affidabili i ristoranti e/o i bar che ti dicono di avere anche prodotti senza glutine ?
«Alcuni si improvvisano, questi sono proprio i meno sicuri in assoluto. Altri invece sono molto organizzati.»

Che sintomi avverti se mangi alimenti contenenti glutine ?
«Non avverto niente perché sono asintomatica, cosa che apparentemente potrebbe sembrare una buona cosa ma che in realtà è molto penalizzante perché se per sbaglio dovessi mangiare del cibo contenente glutine io non mi accorgo subito come potrebbe fare una persona che ha sintomi, perciò continuerei a mangiarla compromettendo tutto il percorso fatto».

Anche Alice Cittadini, 18 anni, di Montefano è celiaca. Lei lo ha scoperto all’età di tre anni.
Come lo hai scoperto ?
«Avevo sempre la pancia gonfia e non si riusciva a capire il perché.»

E’ semplice trovare in giro cibo senza glutine ?
«Appena l’ho scoperto, quindi quindici anni fa, o comunque nei primi anni era molto difficile trovare cibo in giro perché era una malattia poco diffusa e poco conosciuta. Ora è semplicissimo perché qualsiasi bar o ristorante conosce la celiachia, sa di cosa si tratta e può offrirti tranquillamente qualcosa da mangiare».

Pensi siano affidabili i ristoranti e/o i bar che ti dicono di avere anche prodotti senza glutine ?
«Sni, cioè oggi si, sono affidabili mentre tanti anni fa, non conoscendo questa malattia e dovendo spiegare ogni volta in cosa consisteva, non ti davano quella fiducia necessaria. Oggi che invece ci sono molti casi di celiachia ci si può fidare perché loro sanno cos’è, cosa significa, sanno cosa devono fare e quindi sono loro per primi a dirti “guarda qui non è sicuro quindi se non vuoi rischiare non venire” quindi sono affidabili perché comunque te lo dicono loro. Però comunque nonostante siano affidabili allo stesso tempo la persona celiaca deve stare sempre attenta, sempre sveglia, non si deve fidare mai troppo del ristorante o bar. Ad esempio una volta sono andata in una gelateria di cui mi fidavo ciecamente perché ci ero stata più volte, perché fa i coni senza glutine e tutto il resto però quando mi fa il cono la ragazza che lo stava facendo automaticamente mette la cialda sopra il cono, questo perché gli è venuto spontaneo. Ecco in quel caso sono stata io sveglia che gli ho detto “guarda quella non la posso mangiare” e quindi me lo ha rifatto. Però se io non me ne rendevo conto perché magari ero distratta l’avrei mangiato. Quindi tutto questo per dire che comunque si, sono affidabili ma non troppo perché se magari in quel momento non sei attento possono capitare queste cose.»

Che sintomi avverti se mangi alimenti contenenti glutine ?
«Dopo aver mangiato anche una piccola quantità di cibo con il glutine poi automaticamente vomito. Quindi me ne accorgo solamente perché vomito sennò potrei benissimo non accorgermene».

Situazione simile a quella di Alice per Matteo Fratini, 19 anni. che ha scoperto di essere celiaco all’età di due anni. «Quando ho iniziato a mangiare cibi contenenti farina – racconta –  inizialmente stavo bene, ero un bambino normale, ma poi iniziai a rifiutarli, quando volevano darmi da mangiare un pezzo di pizza o un piatto di pasta, davo solamente un morso e poi la rifiutavo».
Come lo hai scoperto ?
«Ho scoperto di essere celiaco quando i miei genitori mi vedevano sempre con la pancia gonfia, gambe magre, rifiutavo il cibo contenete farina, in pratica non riuscivo a mangiare il cibo normale, dopo numerosi test e analisi, ho scoperto di essere celiaco».

E’ semplice trovare in giro cibo senza glutine ?
«Ultimamente si, oramai sono 17 anni che mangio senza glutine, ed essendo cresciuto celiaco posso affermare che c’è stata una vera e propria rivoluzione, oramai il 90% dei supermercati propongno alimenti senza glutine, anche i ristoranti sono molto più attrezzati di una volta, quindi posso affermare che oggi giorno non ho problemi a trovare cibi senza glutine».

Pensi siano affidabili i ristoranti e/o i bar che ti dicono di avere anche prodotti senza glutine ?
«In parte penso di sì, in Italia è presente un’associazione detta AIC (associazione italiana celiachia) dove sono presenti tutti i ristoranti che cucinano cibi senza glutine. I ristoranti presenti in questa associazione sono sicuri, hanno avuto una formazione proprio nella cucina senza glutine. In altri ristoranti cercano comunque di offrirti un servizio anche con cibi non contenete glutine (carne,pesce) ma alcuni hanno a disposizione pasta senza glutine, anche se può sempre esserci un minimo fattore di rischio, ma personalmente non mi è mai capitato.»

Che sintomi avverti se mangi alimenti contenenti glutine ?
«Come detto sopra, da piccolo avvertivo gonfiore, non crescevo di statura, ero sempre abbastanza pallido e con poche forze. Oggi sono molto attento a seguire la dieta senza glutine, infatti non mi è capitato di avere dei gravi problemi ultimamente ma penso che gli effetti collaterali siano gli stessi di quando ero piccolo».

*Aurora Accattoli, studentessa del liceo artistico “Cantalamessa” di Macerata. Articolo scritto nell’ambito del progetto Alternanza Scuola Lavoro



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.