I genitori progettano e arredano un’aula,
la scuola “IV novembre” diventa rock

0

MACERATA – L’inaugurazione della sala, pensata per attività in piccoli gruppi, è avvenuta in streaming. Mamme e papà l’hanno seguita dai tablet messi a disposizione nel cortile, alunni e alunne dalle Lim nelle loro aule

IMG-20210206-WA0018-1024x768

La Rock Classroom

Sapete cosa accade quando le famiglie si mettono in ascolto delle esigenze della scuola? Accade una magia. Come nella scuola primaria IV Novembre a Macerata da quando i genitori hanno deciso che “l’unione fa la forza”.

I rappresentanti dei genitori di tutte le classi, ormai da diversi anni, riescono a coinvolgere tutti i genitori del plesso, in una preziosa iniziativa: una raccolta volontaria di fondi per regalare alla scuola frequentata dai loro figli e figlie sussidi utili per crescere e per realizzare sempre nuove e positive iniziative.                                                  «Così la nostra scuola  – scrive l’istituto – si è arricchita, negli anni, di risorse materiali che ci permettono di realizzare esperienze didattiche e ludiche: amplificatori, microfoni, computer.
Sabato 6 febbraio è stata una giornata da ricordare per la nostra scuola IV Novembre: un mix di canzoni, emozioni e colori hanno pervaso l’aria del giardino, dei corridoi e dell’etere. Dopo lunga attesa a causa del Covid, abbiamo potuto inaugurare la “Rock Classroom” un’aula interamente progettata e arredata dai nostri cari genitori che ci permetterà di svolgere attività in piccolo gruppo in un ambiente accogliente e a misura di bambino. Una stanza tutta verde, brillante come uno smeraldo, alle pareti e alle finestre sono stati applicati stickers con note musicali, chiavi di violino, pentagrammi, cuffie e dischi: uno spettacolo per la vista e una scossa positiva per l’anima».

DSC_0051-min-1024x683

Perchè “Rock Classroom”?

«Quale è la prima cosa che ciascuno di noi fa quando è felice? Canta. Ecco, questo è lo spirito che vogliamo trasmettere a chiunque entri in quella classe: felicità per la possibilità di stare insieme, per poter imparare nuove cose senza fretta, ognuno rispettando il suo tempo. E ancora il Tempo, con la T maiuscola, quello che molti inseguono ma che noi vogliamo riprenderci in mano, sicuri, come ci ricorda Thoreau, che “se un bambino non ha lo stesso passo dei suoi compagni è forse perché ode un diverso tamburo. Lasciatelo camminare sulla musica che sente, quale sia il suo ritmo”.
Hanno gioiosamente risposto al nostro invito tutti i rappresentanti del corrente anno scolastico, i rappresentanti di
quinta dello scorso anno scolastico, la Preside pro tempore, del nostro Istituto Comprensivo “D. Alighieri” Arianna Simonetti e quanti a titolo volontario hanno partecipato alla progettazione, al montaggio e alla predisposizione degli arredi, tenda compresa».

IMG_20210123_081144-1024x768

Gli ambienti della rock classroom

Un’inaugurazione in tempo Covid con tutti questi invitati?
«Nulla ha fermato la nostra creatività e la voglia di porgere omaggio a quanti si sono dedicati a noi. Presto fatto, abbiamo allestito il cortile della scuola a sala conferenze: il rispetto del protocollo Covid non ci permette di ospitare all’interno della scuola nessuno, così abbiamo messo a disposizione degli intervenuti dei Notebook, frutto di una donazione di tre anni dalle famiglie. In Meet abbiamo creato l’evento e il collegamento alla stessa stanza virtuale, ha permesso a tutti di partecipare all’inaugurazione presieduta dalla Preside. Nessuno si è perso il discorso di ringraziamento che la Preside ha rivolto alle famiglie a nome di tutta la scuola, perchè il microfono era collegato agli amplificatori posizionati nel cortile della scuola, anch’essi dono dei nostri genitori e che hanno allietato numerose ricorrenze, feste e celebrazioni pre-covid. Ovviamente non potevamo lasciare fuori dai festeggiamenti proprio loro, i protagonisti indiscussi delle nostre attività e dei nostri progetti: i nostri alunni  e alunne che, emozionatissimi per l’evento, ci hanno anche chiesto cosa dovevano indossare. Abbiamo collegato le LIM presenti in ogni classe alla stessa stanza virtuale dei Notebook in Meet così che tutti hanno potuto gioire nel vedere la Preside, affiancata da due alunni di classe quinta e da due alunni di classe prima, tagliare il nastro rosso e scoprire la targa appesa alla parete accanto alla porta.La scelta di far affiancare la nostra Preside da bambini delle due classi, ovviamente, non è stata casuale, ma voluta per far riflettere su un passaggio di consegna e di responsabilità. Il nostro non è un semplice e scontato grazie. La nostra è profonda gratitudine a quanti investono nei propri figli, nel futuro e con questi gesti dimostrano di avere fiducia nella scuola. Si è innescato un circolo virtuoso alla IV Novembre…speriamo diventi dilagante».

DSC_0046-min-1024x683

Targa posta fuori dalla rock classroom

 

DSC_0048-min-1024x683



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.