Fuga in maschera
con la Banda di Pulcinella

0

ONLINE – Teatro e gioco si incontrano. Sessanta partecipanti ai primi due appuntamenti pomeridiani gratuiti e aperti a tutti promossi da Comune di Sarnano e Circolo di Piazza Alta. L’ultimo è previsto per venerdì 12 febbraio

 

maschera_fuga_pulcinella-2-1024x640

Pulcinella davanti al pc

I teatri restano chiusi, ma le attività culturali non si fermano e trovano nuove soluzioni per tenere accesa la relazione con il pubblico, soprattutto attraverso la tecnologia. Così hanno fatto anche il Comune di Sarnano e l’Aps Circolo di Piazza Alta, quando hanno accolto con entusiasmo la proposta dell’attore e regista Francesco Facciolli, che insieme alla compagnia Accademia Creativa, ha ideato La Banda di Pulcinella, una serie di tre spettacoli dedicati ai bambini e alle bambine dai 5 ai 10 anni, progettati per essere eseguiti in live streaming.

L’ultimo appuntamento, Fuga in maschera, si terrà venerdì 12 febbraio alle 16.30. Tutto si svolge su piattaforma Google Meet: l’accesso è completamente gratuito e aperto a tutti, senza necessità di prenotazione. Per partecipare al prossimo e ultimo appuntamento basta collegarsi venerdì 12 gennaio alle 16.30 al seguente link:  https://meet.google.com/oxn-zyqv-csb. Per le attività laboratoriali è sufficiente preparare alcuni materiali di facile reperimento: una bottiglia vuota di plastica, cartoncini colorati (verde rosa e altri colori), pennarelli, matita, colla, forbici.

Le performance, che fanno incontrare diverse tradizioni artistiche italiane, dalla commedia dell’arte alle favole di Gianni Rodari, sono seguite da un laboratorio creativo interattivo durante il quale i bambini e le bambine realizzano pupazzi con materiale di riciclo, ognuno a casa propria.

maschera_fuga_pulcinella-1-1024x640«I primi due appuntamenti hanno registrato oltre 60 partecipanti da tutta la provincia e sono stati molto apprezzati sia da bambini che dai genitori: sono un momento di divertimento ma anche un’occasione di condivisione per tutta la famiglia» racconta la presidente del Circolo di Piazza Alta Claudia Pasimeni. «Come associazione ci occupiamo di teatro da quasi trent’anni, ma tra terremoto e pandemia siamo sempre più in difficoltà, eppure non ci siamo mai fermati, proprio perché ora c’è più bisogno che mai di iniziative artistiche e culturali, di cibo per la mente».

«Dopo un primo momento di sconforto, con le attività di formazione ferme e i teatri chiusi, abbiamo cercato di reagire, di trovare una forma che ci permettesse di non perdere il contatto con il pubblico e con le realtà con cui collaboriamo da anni» spiega l’ideatore del progetto Francesco Facciolli. «Certo non ci può essere contatto e presenza fisica, ma rispetto all’abbandono totale abbiamo preferito sperimentare le possibilità consentite dalla situazione. Abbiamo cercato di trasformare un impedimento in una possibilità, usando tecniche antiche (Cantastorie e Maschere) con linguaggi contemporanei. Così, è nato il progetto La banda di Pulcinella: dai commedianti dell’Arte abbiamo mutuato la capacità di adattamento e di improvvisazione, dall’esperienza di formatori abbiamo imparato la necessità di condividere e creare insieme. Il frutto di questo mash-up potrete vederlo venerdì collegandovi con noi».

Gli spettacoli sono sostenuti dall’Amministrazione Comunale di Sarnano che non ha mai smesso di promuovere gli eventi culturali durante la pandemia. «L’impossibilità di riunirsi dal vivo è un grande limite, ma la tecnologia ci viene in aiuto» commenta l’assessore alla Cultura Stefano Censori «il lockdown ha stravolto la vita di tutti noi, ma i bambini ne hanno risentito in particolar modo. La pandemia li ha privati di molte possibilità, dallo sport alle attività artistiche, ed è importantissimo costruire occasioni come questa per stimolare la loro creatività e il loro entusiasmo».

Per informazioni:
https://www.sarnanoturismo.it/scacciamo-la-noia-con-il-teatro-online/
frascidan@gmail.com
3492511326

 



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.